Home News Botti di Capodanno, come aiutare i nostri amici a quattro zampe?

Botti di Capodanno, come aiutare i nostri amici a quattro zampe?

CONDIVIDI

Qualche consiglio pratico per far affrontare ai nostri animali l’imminente notte con botti di Capodanno

Botti di Capodanno
Botti di Capodanno

A Capodanno si ha spesso l’abitudine di far esplodere botti e fuochi d’artificio per dare il benvenuto al nuovo anno. Questo però potrebbe essere lesivo se non mortale per i nostri amici a quattro zampe.

Straziante è un video che dei genitori di una bambina autistica, sono riusciti a far diventare virale, per far comprendere lo stato d’agitazione e terrore vissuto dalla figlia. Mentre molti comuni emanano ordinanze antibotti, vediamo come comportarci dove questo venga disatteso o non esista.

Consigli pratici

Come prima cosa, come da legge, dotate ogni animale di tutto quello che può aiutare ad identificare loro. Il microchip è obbligatorio, ma dotateli di collare con la medaglietta. Inoltre se il cane dovesse scappare, presentate subito una denuncia di smarrimento alla Polizia Municipale o alla ASL, in modo che poi una volta trovato, vi possa venir restituito.

Non lasciate mai vostri quattro zampe da soli, restate con loro e soprattutto non lasciateli fuori da soli. Anche solo per una notte trovate loro un riparo tranquillo e protetto, non tenetelo mai alla catena o sul balcone. Ricordate, avete scelto di tenere con voi un animale, sostenetelo nelle sue paure.

Se avete cani anziani, cardiopatici, con altre patologie o sensibili allo stress, parlatene col vostro veterinario, evitando rimedi fai da te. Spesso vediamo circolare online delle fasciature, fatele fare ad esperti, rischiamo di non ottenere risultati. Se il veterinario vi prescrive dei farmaci, dateli al vostro animale senza paura e seguendo le prescrizioni mediche, non sostituirli con rimedi fai da te, omeopatia, fiori di Bach o altri che hanno alcuna valenza scientifica: il cane subisce l’effetto placebo riflesso. Si tratta di un fenomeno particolare, si rilassa nella misura in cui noi umani lo facciamo.

Se il cane urla, abbaia o si dispera, non accarezzatelo perché rinforzerete soltanto la sua paura. Anche se fa male al cuore, stategli vicino senza toccarlo, la vostra presenza, basterà a dargli il vostro sostegno.

Se potete mostratevi felici e tranquilli, magari provate a distrarlo col suo giochino preferito, aiuterà a sdrammatizzare la situazione.

Infine, chiudete gli spazi troppo angusti, per evitare che il cane nel nascondersi si ferisca. Il cane potrebbe trovare un angolo tranquillo o mettersi al riparo, lasciatelo tranquillo dove si trova. Uscirà quando se la sente, chiamatelo normalmente non fatelo uscire con la forza. Se avete bambini, spiegategli come non infastidire il cane, non fateli urlare, correre perché questo porta maggior ansia agli animali, in particolare ai cani. Lo stesso dicasi di tv, radio accese ad alto volume, otterrete soltanto l’effetto contrario. La paura dei botti si può superare, partite da gennaio con un corso da un educatore, che saprà come far superare questa paura al vostro amico a quattro zampe.