Home News Botswana, quali sono le cause della morte degli elefanti?

Botswana, quali sono le cause della morte degli elefanti?

CONDIVIDI

In Botswana  c’è una moria di elefanti senza precedenti. Centinaia di esemplari sono stati trovati senza vita e non si conosce il motivo di questo disastro ambientale.

 elefanti-botswana

In Botswana sta avvenendo un disastro mai avvenuto a causa della morte die elefanti sena spiegazione. Siamo arrivati ad avere ben 350 esemplari ritrovai senza vitae la cause sono ancora un mistero.

Le indagini sulle possibili cause

I funzionari della conservazione della fauna selvatica del Botswana stanno svolgendo indagini per stabilire le cause della morte di centinaia di elefanti. Secondo Dimakatso Ntshebe il coordinatore regionale per la fauna selvatica, si rimane in attesa delle cause. Si tende ad escludere il bracconaggio, dato che agli animali non sono state prelevate le zanne.

Gli animali non presentano segni di violenza, ma non si esclude alcuna pista, compresa quella che parla di avvelenamento o infezioni varie come l’antrace. Questa malattia è endemica della zona e colpisce molti animali.

Ai microfoni della BBC il dottor Niall McCann del National Park Rescue ha riferito che alcuni testimoni locali hanno riferito che gli elefanti hanno cominciato a girare su stessi, prima di morire. Questo è un sintomo di un problema neurologico.

“Alcuni di loro si sono accasciati sul muso, il che vuol dire che sono morti molto velocemente, altri sembrano essere morti più lentamente, quindi è difficile stabilire quale sia la tossina che ha causato il decesso.”

Il lavoro per la conservazione della spezie

Il Botswana ospita quasi un terzo dei pachidermi che si trovano in tutta l’Africa. Il paese ha fatto crescere la popolazione da 80.000 a 130.000, dagli anni ’90 fino ad oggi. Questo è stato possibile grazie alla corretta gestione delle alle riserve di fauna selvatica.

Il presidente Mokgweetsi Masisi lo scorso anno ha eliminato il divieto di caccia quinquennale a partire da aprile 2020. Grazie alla pandemia covid 19, non è partita la stagione venatoria. Le persone del luogo però non amano questo aumento della popolazione di questi animali, soprattutto perché gli elefanti distruggono il raccolto.