Home News BONUS Scuola 450€ al mese: a chi è destinato? Tutte le informazioni...

BONUS Scuola 450€ al mese: a chi è destinato? Tutte le informazioni utili

CONDIVIDI

Il nuovo Bonus Scuola da 450€ al mese per rimediare al rischio contagio: chi può usufruirne? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Bonus Scuola 450€

Scopri in cosa consiste il nuovo Bonus Scuola da 450€ e chi potrà beneficiarne.

Tutte le informazioni utili.

Bonus scuola 450€: cos’è?

Si è visto come il numero dei contagi sia salito vertiginosamente con la riapertura delle scuole.

È giustamente giunto il tempo di far tornare bambini e ragazzi sui banchi di scuola dopo mesi e mesi di lezioni online. I contagi registrati nelle strutture scolastiche sono però sconcertanti:il 31% nelle scuole superiori, il 20% nelle scuole secondarie e infine il 21% nella scuola primaria.

Proprio per il rischio che si corre frequentando le strutture scolastiche il governo ha deciso di elargire un compenso per ‘il rischio di contagio’.

Un bonus di 450 euro direttamente depositato in busta paga riservato alla scuola per compensare il rischio che si corre di contrarre il coronavirus nelle strutture scolastiche.

Marcello Pacifico, presidente Anief, ha fornito tutti i dettagli di questa proposta: un compenso come risarcimento del rischio biologico che si corre a frequentare l’ambiente scolastico ogni giorno.

A chi è destinato il bonus scuola?

Chi potrà beneficiarne

Il nuovo Bonus scuola da 450€ è destinato al personale ATA e agli insegnati, non agli studenti. Queste persone per garantire un buon livello di istruzione durante l’emergenza coronavirus corrono tutti i giorni un alto rischio di contagio.

Il Bonus Scuola serve a ricompensarli del rischio che corrono poiché l’ambiente scolastico è un luogo pubblico molto frequentato e gli asintomatici sono un pericolo costante. Sono gli asintomatici il veicolo primario del Coronavirus e quanti ragazzi stanno fisicamente bene senza febbre ma invece sono positivi senza saperlo? Moltissimi.

Il Bonus verrebbe erogato direttamente nella busta paga degli insegnati e del personale ATA: un indennizzo per il rischio biologico di contagio corso.

Pacifico non è rassicurante nel suo discorso e conferma che a suo parere, in base all’andamento dei contagi degli ultimi mesi, nel breve periodo la situazione non andrà a migliorare. Per questo il Bonus Scuola 450€ sembra essere necessario e fortemente d’aiuto.

Si è parlato di un simile indennizzo destinato anche a medici e infermieri che per assolvere il loro lavoro stanno a contatto tutto il giorno con persone malate e potenzialmente contagiose.

Stipendio mensile insegnanti aumentato

La riorganizzazione della scuola sotto Coronavirus è formato dal bonus scuola di 450€ ma non solo. Il sindacato propone molte novità per migliorare l’organizzazione scolastica:

  • eliminare i vincoli per i trasferimenti
  • abolire lo status di supplente precario
  • nuove norme per pensionamento e mobilità
  • indennizzi per rischio biologico (bonus scuola 450€)

Questo bonus farà crescere lo stipendio mensile di insegnati e personale Ata di 450€ totali, così formati:

  • 300 euro di indennità per rischio biologico
  • 100 ero erogati dalla Legge di Bilancio
  • 50 euro probabilmente previsti nella prossima nota del Def

Il Bonus Scuola potrà inoltre stimolare gli insegnati a correre il rischio biologico e non provocare scioperi e assenteismi che danneggiano il percorso di apprendimento degli studenti già a sufficienza messo a dura prova negli ultimi mesi.