Home News Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2020, come richiederlo e requisiti

Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2020, come richiederlo e requisiti

CONDIVIDI

Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2020: a chi spetta e come richiederlo? Ecco tutte le informazioni!

Anche per l’anno 2020 i contribuenti potranno beneficiare del Bonus Mobili ed Elettrodomestici, che rappresenta un’agevolazione per l’acquisto di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Il Bonus Mobili e Ristrutturazione 2020 spetta solo a coloro che hanno realizzato un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2019.

La detrazione del 50% deve essere calcolata su un importo massimo di 10.000 euro riferito alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo.

Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2020: quando si può avere?

Per beneficiare del Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2020 è indispensabile realizzare una ristrutturazione edilizia sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici.

La detrazione fiscale del 50% spetta anche quando i beni acquistati sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di ristrutturazione edilizia oppure quando i mobili e i grandi elettrodomestici sono destinati ad arredare l’immobile ma l’intervento viene effettuato su una pertinenza dell’immobile stesso.

Quando si effettua un intervento sulle parti condominiali (lavatoi, guardiole, etc.), i condòmini hanno diritto alla detrazione, ciascuno per la propria quota, solo per i beni acquistati e destinati ad arredare queste parti.

Quali sono gli interventi edilizi necessari?

Per beneficiare della detrazione al 50% è necessario eseguire questi interventi:

  • manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti,
  • restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile,
  • ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza,
  • manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento-conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni di edifici residenziali.

Come accedere alla detrazione?

Per accedere alle detrazioni per il bonus mobili e elettrodomestici, l’acquisto deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2020.

Il pagamento deve essere effettuato con bonifico o carte di credito o debito e le fatture devono essere conservate.