Home News Bonus locazione e sublocazione: ecco cos’è e come funziona?

Bonus locazione e sublocazione: ecco cos’è e come funziona?

CONDIVIDI

Mai sentito parlare del Bonus locazione? Per quest’anno sarà possibile beneficiare anche del Bonus sublocazione.

bonus locazione

È quanto precisato dall’Agenzia delle Entrate con la Risposta n. 356/E del 15 settembre 2020.

Bonus Locazione 2020: cos’è?

Il Bonus Locazione è una misura prevista dall’art. 28 del decreto Rilancio a fronte dell’emergenza da Covid-19.

Si tratta di un credito d’imposta calcolato sull’ammontare mensile del canone di locazione (dei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno) di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo.

La misura del beneficio è pari al 60% del canone di locazione e spetta solo nei casi in cui siano rispettate le seguenti condizioni:

  • diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del periodo precedente,
  • ricavi e compensi riferiti all’anno 2019 non superiori a 5 milioni di euro.

Bonus Sublocazione: sì all’agevolazione

Nella risposta 356/E l’Agenzia delle Entrate ha risolto un dubbio di un libero professionista, il quale fa presente di svolgere la propria attività in un locale preso in “sublocazione”, e chiede se nel rispetto di tutti i requisiti, possa beneficiare del bonus locazione di cui al Decreto Rilancio.

Pertanto, il Fisco risponde con esito favorevole al quesito posto dal soggetto istante.

La finalità della normativa è quella di

“contenere gli effetti economici negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 che hanno determinato una riduzione dei ricavi o dei compensi delle attività economiche a fronte dell’incidenza dei costi fissi quali, ad esempio, il canone di locazione”.

Bonus locazioni: a quanto ammonta il credito di imposta?

L’articolo 65 del Decreto Cura Italia ha previsto la possibilità di fruire di un credito di imposta del 60 per cento calcolato sul canone di locazione pagato relativo al mese di marzo.

Il credito di imposta non riguarda più solo le botteghe o negozi, ma tutti gli immobili concessi in locazione a uso non abitativo.