Home News Bonus Famiglia e Figli 2020: come fare per ottenerli

Bonus Famiglia e Figli 2020: come fare per ottenerli

CONDIVIDI

Vista l’emergenza pandemica in corso, per l’anno 2020, è possibile beneficiare di interessanti agevolazioni a sostegno dei nuclei familiari italiani: stiamo parlando del Bonus Famiglia e Figli.

banconote euro riaccredito bonus

Il Bonus Famiglia e Figli 2020 è riservato a tutte le famiglie disagiate con un ISEE. Scopriamo di seguito quali sono le agevolazioni previste e beneficiabili.

Bonus Nido 2020

Per il corrente anno 2020 è possibile richiedere e beneficiare del Bonus Nido, il quale prevede un incremento dell’importo del contributo per pagare per le rette di asili nido pubblici e privati.

Il Bonus Nido è pari ad un importo massimo di 3.000 euro, su base annua, per i nuclei familiari in possesso di ISEE minorenni in corso di validità fino a 25.000 euro.

L’agevolazione potrà spettare per 2.500 euro per i nuclei familiari con un ISEE minorenni che è compreso tra 25.001 e 40.000 euro.

Il Bonus Nido è di importo minimo pari a 1.500 euro per i nuclei familiari con un reddito superiore ai 40.000 euro.
Per richiedere il Bonus Nido 2020 è possibile presentare la domanda all’INPS telematicamente oppure chiamando il numero 803 164 o oppure da cellulare il numero 06 164164 o tramite i Patronati.

Si ricorda che può richiedere e presentare il Bonus Nido 2020 il genitore in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o comunitaria,
  • residenza in Italia,
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea (art. 17, d.lgs. 30/2007);
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea; (art. 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30);
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria.

Bonus Bebè 2020

Tra i Bonus Famiglia e Figli 2020 il Bonus Bebè o assegno di natalità è uno dei più gettonati: la Circolare INPS 14 febbraio 2020, n. 26 ha fornito utili chiarimenti.

Fino al 31 dicembre 2020 è possibile presentare l’attestazione ISEE minorenni aggiornata al 2020 all’INPS per calcolare l’importo spettante.

Gli scaglioni reddituali sono ascrivibili ai seguenti:

  • modello ISEE fino a 7.000 euro: 160 euro al mese per 12 mesi;
  • modello ISEE non superiore a 40.000 euro: 120 euro al mese per 12 mesi;
  • modello ISEE superiore a 40.000 euro: 80 euro al mese per 12 mesi.

L’assenza del modello ISEE non comporta la decadenza o la sospensione del beneficio dal momento che sarà pagato l’importo minimo di 960 euro.

Per beneficiare del Bonus Bebè 2020 si dovrà presentare domanda all’INPS nei 90 giorni decorrenti dalla data di nascita del figlio ovvero dall’ingresso in famiglia del figlio adottato e anche in caso di affido.

Nel caso in cui l’istanza venga presentata successivamente, l’importo dell’assegno di natalità spettante sarà pagato soltanto dal mese di trasmissione della domanda.

La domanda potrà essere presentata telematicamente sul sito INPS, tramite l’apposito servizio o, in alternativa, contattando il numero 803 164 oppure il numero 06 164 164 da telefono cellulare.

Se si tratta di parto gemellare oppure di adozioni plurime si dovrà presentare la domanda per ciascun figlio nato o adottato.

Bonus Biberon o Latte 2020

Una delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 è il Bonus Latte da 400 euro all’anno per sostenere economicamente le mamme che per patologie accertate non possono allattare al seno.

Il Bonus Latte 2020 si rivolge alle mamme disoccupate o che non hanno un reddito sufficiente per potersi permettere di acquistare il latte artificiale.

Bonus Mamma Domani 2020

Il Bonus Mamma Domani 2020 è un premio alla nascita di 800 euro che viene corrisposto dall’INPS in caso di nascita o di adozione di un minore, su domanda della gestante.

La mamma può richiedere il Bonus Mamma Domani 2020 anche nei casi di affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

Inoltre, il premio alla nascita di 800 euro può essere richiesto all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza o alla nascita, adozione o affidamento preadottivo.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione per ogni evento (gravidanza, parto, adozione o affidamento) e in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

La domanda deve essere presentata all’INPS o tramite i servizi telematici oppure telefonando al numero 803 164 oppure tramite gli Enti di Patronato.

Si deve allegare alla domanda la certificazione sanitaria rilasciata dal medico del Servizio Sanitario Nazionale.