Home Politica Bonus Baby Sitter: in 6 mesi aumentate del 10% le assunzioni

Bonus Baby Sitter: in 6 mesi aumentate del 10% le assunzioni

CONDIVIDI

Bonus baby sitter Covid-19: in aumento il numero di assunzioni grazie alla proroga

Il decreto Rilancio ha previsto la proroga del Bonus baby sitter 2020 e un aumento dell’importo: ciò ha comportato un aumento del 10% delle assunzioni in 6 mesi.

Secondo l’associazione datoriale Nuova collaborazione le assunzioni di baby sitter sono aumentate anche se il lavoro domestico mostra un trend discendente.

L’Osservatorio INPS sui lavoratori domestici conferma la riduzione del numero di lavoratori domestici iscritti all’Inps e conferma il mutamento della composizione della platea con un incremento degli italiani e un calo della componente dei lavoratori stranieri.

Dall’analisi dei dati annuali rilevati dall’Osservatorio INPS emerge che il numero di lavoratori domestici nel 2019 è pari a 848.987 unità.

Se si analizza il trend trimestrale 2017-2019 i lavoratori domestici italiani mostrano un andamento decisamente crescente pari a +5,4%.

A livello regionale la componente dei lavoratori domestici italiani è incrementata in quasi tutte le regioni, in particolare in Abruzzo (+5,4%), Umbria (+4,2%) e Molise (+4%).

Mentre Trentino-Alto Adige, Puglia, Campania e Toscana il trend della componente dei lavoratori domestici italiani ha subito una variazione negativa.

Nel triennio 2017-2019 la componente dei lavoratori domestici stranieri ha subito una variazione percentuale negativa del -3,1% nell’ultimo anno, con una riduzione generalizzata in quasi tutte le regioni, in particolare Basilicata (-12,1%) e Puglia (-9,4%), mentre in Friuli-Venezia Giulia, Valle d’Aosta e Trentino-Alto Adige si registra una lieve variazione positiva.

Bonus Baby Sitter e centri estivi Covid-19: cos’è e come funziona?

Per l’anno 2020, a partire dal 5 marzo il decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (“Decreto Cura Italia”) ha previsto, in alternativa alla fruizione del congedo parentale, la possibilità di scegliere la corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting.

Il Bonus Baby Sitter e centri estivi Covid-19 è rivolto alle seguenti categorie di lavoratori:

  • dipendenti del settore privato;
  • lavoratori autonomi iscritti all’INPS;
  • lavoratori autonomi iscritti alle casse professionali;
  • lavoratori iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata (di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335).

La domanda per richiedere il Bonus Baby Sitter può essere presentata online attraverso il servizio INPS online dedicato.

In alternativa, si può fare domanda tramite:

  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato, attraverso i servizi telematici offerti gratuitamente dagli stessi.