Home News Bonus 1000 euro e 600 euro per alcune categorie di lavoratori: chi...

Bonus 1000 euro e 600 euro per alcune categorie di lavoratori: chi sono i più fortunati?

CONDIVIDI

Con il Decreto Agosto il Governo va verso la proroga del bonus 1.000 euro e 600 euro anche per i mesi di giugno e luglio 2020, ma con alcune interessanti novità.

bonus giugno luglio 1000 euro

Le categorie di lavoratori beneficiari di questa nuova misura saranno i lavoratori stagionali operanti nel settore turistico, negli stabilimenti termali oppure nel mondo dello spettacolo.

Pertanto, anche nei mesi di giugno e luglio 2020 dovrebbe venire confermato il bonus 1.000 euro e il bonus 600 euro.

Tuttavia, è bene sottolineare fin da subito il bonus 1.000 euro e il bonus 600 euro spetterà ad un’altra platea di beneficiari.

Bonus 1000 euro e 600 euro nel Decreto Agosto: la platea dei beneficiari

Chi sono quindi i fortunati che otterranno il beneficio per i mesi estivi? Il Governo Conte intende riservare la possibilità di richiedere il bonus giugno e luglio 2020 a quei lavoratori che sono rimasti esclusi dal beneficio economico precedente.

Il beneficio andrebbe dunque a sostegno dei lavoratori stagionali operanti nel settore turistico, ai lavoratori dello spettacolo ed ai lavoratori che operano degli stabilimenti termali: è questa la platea di e beneficiari del bonus da 600 euro e del bonus da 1.000 euro erogato per i mesi di giugno e luglio 2020.

Ammontano a 25 miliardi di euro le risorse finanziarie stanziate nel Decreto Agosto, che hanno costretto a rivedere la platea di beneficiari.

Essendo le risorse finanziarie dimezzate rispetto al Decreto Rilancio, il beneficio andrà a sostegno delle vere categorie in difficoltà economica che non hanno ricevuto supporto di natura economica con i precedenti decreti.

Bonus giugno e luglio 1000 euro nel Decreto Agosto: chi sono i beneficiari?

Il Bonus giugno e luglio 1000 euro previsto nel Decreto Agosto andrà a beneficio dei lavoratori stagionali del turismo, della ristorazione, degli stabilimenti termali e ai lavoratori dello spettacolo.

Pertanto, via alla presentazione delle domande anche per i lavoratori in somministrazione, il cui rapporto di lavoro sia cessato entro un certo periodo di tempo stabilito nei requisiti per richiedere il bonus.

Rimangono esclusi i liberi professionisti o i titolari di partita IVA.