Home Cronaca Bologna, bimba di tre anni investita da un’auto: è grave

Bologna, bimba di tre anni investita da un’auto: è grave

CONDIVIDI

E’ stata investita da un’auto questo pomeriggio a Baricella, in provincia di Bologna, una bimba di soli tre anni sfuggita ai genitori.

La piccola si trovava in mezzo alla strada, quando è stata colpita dalla vettura.

Trasportata all’ospedale

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, la bimba di tre era in mezzo alla strada quando è stata travolta da un’auto. La piccola era riuscita a sfuggire al controllo dei genitori.
La bambina è stata quindi ricoverata d’urgenza all’ospedale Maggiore, ed ora è in prognosi riservata.

L’accaduto è avvenuto oggi pomeriggio a Baricella, in provincia di Bologna. L’auto che ha investito la bambina era da poco uscita da un parcheggio e procedeva a bassa velocità, tuttavia la bimba nell’impatto con l’autovettura ha riportato diverse contusioni.

Chiamati i soccorsi, sul luogo è arrivato l’elicottero del 118, che ha trasportato la piccola all’ospedale Maggiore di Bologna. I medici al momento non si sbilanciano e, da quanto si conosce, la prognosi è riservata.

Tragica fatalità

Come riferisce Fanpage.it, l’automobilista che ha travolto la bambina si è subito fermato ed ha aspettato l’arrivo dei soccorritori.

Per risalire alla dinamica della tragica fatalità, è al lavoro la Polizia Locale di Baricella. Gli accertamenti tuttora in corso serviranno a mettere in luce la dinamica con la quale si sono svolti i fatti.

Servirà conoscere le reali circostanze per cui la bimba di appena tre anni, è riuscita ad allontanarsi dai familiari, trovandosi alla fine da sola in mezzo alla strada.

Secondo uno studio predisposto dall’Aci, viene alla luce che il 74 per cento degli incidenti  in Italia accadono nei centri abitati, mentre il 5% avvengono in autostrada e 21% su strade extraurbane. In sostanza tre incidenti su quattro avvengono nelle città.

I dati relativi al 2019 dicono che in autostrada i veicoli industriali, mezzi come un autocarro, autotreno o autoarticolato, motrice, sono interessati per il 20,4% degli incidenti, un dato percentuale che rapportato all’anno precedente è decisamente inferiore.