Home Salute & Benessere Blue Monday 2020: sai perché esiste il giorno più deprimente dell’anno?

Blue Monday 2020: sai perché esiste il giorno più deprimente dell’anno?

CONDIVIDI

Blue Monday 2020: il giorno più deprimente e triste dell’anno. Ecco in cosa consiste.

blue monday
blue monday

Blue Monday, ma cos’è? Man mano che i ricordi di Natale svaniscono, ci rimane solo un conto in banca martellato, un rigonfiamento intorno alla vita, un clima cupo e un ritorno al lavoro dopo settimane di feste.

Tutti questi fattori si uniscono in una tempesta perfetta che si verifica un solo giorno ritenuto il più deprimente dell’anno che è stato soprannominato “Blue Monday”.

Cos’è il Blue Monday?

È calcolato usando una serie di fattori in una formula matematica (non particolarmente scientifica).

I fattori sono: il tempo, il livello del debito (in particolare, la differenza tra debito e la nostra capacità di pagare), la quantità di tempo da Natale, il tempo trascorso dal fallimento delle risoluzioni del nostro nuovo anno, bassi livelli motivazionali e la sensazione di una necessità di affrontare la situazione.

È stato originariamente concepito da una società di pubbliche relazioni ma ora è diventato un evento annuale.

La formula per il calcolo del “lunedì triste”

Quando cade il Blue Monday 2020? Il presunto giorno di buio è lunedì 20 gennaio.

La data è generalmente individuata nel terzo lunedì di gennaio, ma può anche essere il secondo o il quarto lunedì o persino il lunedì dell’ultima settimana di gennaio. Il primo è stato il 24 gennaio 2005.

Perché ad alcune persone non piace questo giorno?

A molti non piace questa ricorrenza, in quanto non fa leva su un fondamento scientifico.

Ciò è sostenuto, in particolare, da chi soffre di depressione per i quali i loro sentimenti non sono – di certo – dettati da una semplice data.

Il responsabile dell’informazione di Mind, Stephen Buckley, ha dichiarato in merito a questo particolare giorno dell’anno: “Contribuisce a danneggiare idee sbagliate sulla depressione e banalizza una malattia che può essere pericolosa per la vita“.