Home Cronaca Bari, festa di medici e infermieri nel reparto pediatrico: scatta un’indagine

Bari, festa di medici e infermieri nel reparto pediatrico: scatta un’indagine

CONDIVIDI

Sarebbero 12 i medici e 8 gli infermieri che avrebbero preso parte alla festa durante l’orario di servizio.

festa medici policlinico dio Bari

Tra loro c’è anche un positivo: è scattata quindi la quarantena per tutti i partecipanti ai festeggiamenti, mentre la direzione del policlinico ha avviato un’indagine interna.

Festa in corsia: un medico positivo

Hanno festeggiato nel reparto pediatrico, con tanto di torta e foto ricordo. È per questo che ora 12 medici ed 8 infermieri del Policlinico di Bari rischiano un provvedimento disciplinare.

Come riferisce anche La Repubblica, tra i partecipanti al party un medico sarebbe risultato positivo al coronavirus. È così scattata la quarantena per i colleghi, oltre ai tamponi dei tanti operatori che hanno preso parte alla festa per accertare la positività al virus.

I partecipanti hanno pubblicato le foto del party non autorizzato sui social: quasi tutti senza mascherina, né distanziamento, precauzioni tanto raccomandate in questo periodo per evitare un dilagare dei contagi.

Avviata un’indagine interna

La direzione sanitaria del Policlinico di Bari ha quindi chiesto al responsabile dell’unità operativa pediatrica una relazione per accertare se, al mancato rispetto delle regole, si sia verificata anche un’interruzione del servizio pubblico.

In quel caso, medici e sanitari coinvolti potrebbero incorrere in una responsabilità di natura penale e non più solo disciplinare. Tutti, infatti, oltre a non aver indossato i dispositivi di protezione individuale, non hanno mantenuto la distanza di sicurezza.

La paura è quella di un eventuale focolaio in un reparto tanto delicato quanto quello pediatrico, in cui si è svolta la festa. L’attività ha già subito molti rallentamenti per via di tutti i tamponi ed i controlli eccezionali che sono stati effettuati a seguito della scoperta della positività di un medico.

È plausibile che nei prossimi giorni possano arrivare per i sanitari coinvolti nell’indagine interna anche provvedimenti importanti.