Home News Risparmi e Reddito, Bankitalia: “Un terzo delle famiglie ha riserve solo per...

Risparmi e Reddito, Bankitalia: “Un terzo delle famiglie ha riserve solo per 3 mesi”

CONDIVIDI

Banca d’Italia, risultati dell’indagine straordinaria sulle famiglie italiane nel 2020

“L’impatto è stato particolarmente severo per i lavoratori indipendenti”,

spiega Bankitalia, che sottolinea che

“quasi l’80% ha subito un calo nel reddito e per il 36% la caduta è di oltre la metà del reddito familiare”.

È online sul sito di Banca d’Italia l’articolo “Principali risultati dell’indagine straordinaria sulle famiglie italiane nel 2020“, curato dai ricercatori della Banca d’Italia.

Tra aprile e maggio 2020 la Banca d’Italia ha condotto un’indagine straordinaria sulle famiglie italiane per raccogliere informazioni sulla situazione economica e sulle aspettative delle famiglie durante la crisi legata alla pandemia di Covid-19.

Oltre la metà della popolazione dichiara di aver subito una contrazione nel reddito familiare, in seguito alle misure adottate per il contenimento dell’epidemia Covid-19.

L’impatto della pandemia è stato particolarmente severo per i lavoratori indipendenti.

Più di un terzo degli individui dichiara di non avere risorse liquide sufficienti per far fronte alle spese per consumi essenziali della famiglia per un periodo di 3 mesi.

Anche le aspettative di spesa delle famiglie risentono della situazione economica: oltre la metà della popolazione ritiene che, anche quando l’epidemia sarà terminata, le proprie spese per ristoranti, cinema, viaggi, vacanze e teatri saranno inferiori a quelle pre-crisi.

Indagine straordinaria Bankitalia: principali evidenze

Le principali evidenze che emergono da una prima analisi descrittiva dei dati analizzati sono le seguenti:

  • poco meno della metà degli individui dichiara che prima dell’emergenza sanitaria arrivava alla fine del mese con difficoltà, con quote più elevate per i lavoratori dipendenti a termine e per i disoccupati,
  • negli ultimi due mesi, corrispondenti alla fase delle misure di contenimento dell’epidemia, oltre la metà degli individui dichiara di aver subito una riduzione nel reddito familiare. L’impatto è più negativo tra i lavoratori indipendenti: quasi l’80% ha subito un calo nel reddito e per il 36% la caduta è di oltre la metà del reddito familiare,
  • circa la metà della popolazione si aspetta una riduzione del reddito familiare anche nell’arco del prossimo anno.