Home Cronaca “Regaliamo a Martina un futuro”: la raccolta fondi per la bimba che...

“Regaliamo a Martina un futuro”: la raccolta fondi per la bimba che ha visto morire i genitori

CONDIVIDI

Gli amici di Valeria Coletta e Fabrizio Martino Marchi, i due coniugi morti la scorsa domenica sulla Presolana, hanno avviato una gara di solidarietà online.

raccolta fondi martina

In poche ore sono già stati raccolti 13mila euro.

L’incidente sul Monte Vareno

Era lo scorso 31 gennaio quando Valeria Coletta e suo marito, Fabrizio Martino Marchi, sono rimasti vittima di un terribile incidente in montagna.

I due coniugi erano usciti per una gita in montagna con la loro bimba di 5 anni, la piccola Martina, ed una coppia di amici.

L’incidente è avvenuto tra il Monte Vareno e lo Scanapà, nella zona del Passo della Presolana, in Alta Val Camonica.

Stando a quanto raccontato dalla coppia di amici che si trovava con loro, Valeria e Fabrizio, 35 anni lei, 40 lui, entrambi originari di Milano, si trovavano su una strada sterrata, nei pressi di un canale ghiacciato.

Improvvisamente Valeria ha perso l’equilibrio ed è scivolata. Fabrizio ha cercato di salvarla, ma inutilmente: sono entrambi caduti nel dirupo, precipitando per almeno 200 metri.

La coppia di amici che era con loro ha allertato i soccorsi, ma per i due coniugi non c’è stato nulla da fare: sono morti sul colpo.

La raccolta fondi per Martina

Come riferisce anche Il Corriere, gli amici di Valeria e Fabrizio hanno avviato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFoundMe, per sostenere la piccola Martina, che ha visto morire i suoi genitori.

“Regaliamo a Martina un futuro” è lo slogan scelto per la campagna. In 6 ore sono già stati raccolti oltre 13mila euro. L’obiettivo è arrivare almeno a 50mila.

“Tutto il ricavato verrà devoluto alla famiglia ed utilizzato per sostenere Martina, nel suo percorso di vita. Servirà per aiutarla ad avere il miglior supporto per affrontare questa situazione ed un futuro migliore”,

hanno spiegato gli amici.

L’invio della somma di denaro raccolta sarà documentato e postato sui social.