Home News Auto, nel Decreto Agosto in arrivo novità ai bonus per chi cambia...

Auto, nel Decreto Agosto in arrivo novità ai bonus per chi cambia veicolo

CONDIVIDI

Il Decreto Agosto introduce interessanti novità ai bonus per chi cambia veicolo: più soldi per auto ibride e nuovi fondi.

bonus auto

Dal primo agosto si potrà beneficiare di interessanti e numerosi incentivi auto che riguardano i modelli ibridi e i veicoli a motore tradizionale (a gasolio o a benzina).

Tra le auto ammesse all’agevolazione sale il contributo statale per quelle con minori emissioni di CO2.

L’unica novità introdotta dal Decreto Agosto (Dl 104/2020, articolo 74) è il rifinanziamento dell’intera operazione.

Con la manovra estiva, orientata a favorire le vetture ibride e a scapito di quelle a gasolio e a benzina, il Consiglio dei Ministri ha stanziato 25 miliardi di euro per il sostegno all’economia: di questi, 490 milioni sono riservati all’automotive, di cui 400 milioni di ecobonus e 90 milioni per l’installazione di colonnine di ricarica da parte di professionisti e imprese.

Nuovi ecoincentivi auto nel Decreto Agosto: nuove fasce

Le novità introdotte dal Decreto Agosto non sono retroattive e valgono per le auto acquistate dopo il 14 agosto, data della pubblicazione del testo in Gazzetta.

Per tutte le auto acquistate prima, restano validi i precedenti incentivi, entrati in vigore all’inizio del mese.

La novità è la divisione delle vetture in due sottogruppi, da 61 a 90 g/km e da 91 a 110 g/km, per i quali sono destinati rispettivamente 150 e 100 milioni.

Il Decreto Agosto conferma anche un lieve incremento del contributo statale per le auto con emissioni da 61 a 90 g/km, che si vedono riconoscere 250 euro in più rispetto a quanto disposto dal Decreto Rilancio.

Con la rottamazione di un’auto di almeno dieci anni, i contributi salgono rispettivamente a 1.750 euro (Stato) e 2.000 euro (concessionaria).

In assenza di rottamazione è previsto il contributo di 1.000 euro da parte dello Stato, al quale se ne aggiungono altrettanti garantiti dal venditore.

È previsto un contributo fino a 2.000 euro per le vetture elettriche.

Nulla cambia per le soglie di prezzo delle auto che potranno beneficiare dell’ecobonus: 40.000 euro per le auto da 61 a 110 g/km; 50 mila euro per quelle da 0 a 60 g/km.