Home Salute & Benessere Attenzione a quello che metti nel carrello: ecco 5 cibi nocivi che...

Attenzione a quello che metti nel carrello: ecco 5 cibi nocivi che compri al supermercato

CONDIVIDI

Ci sono diversi alimenti nocivi che, regolarmente, finiscono nel carrello della spesa ma che sono nocivi e andrebbero evitati. Non li conosci? Scopriamoli insieme.

I cibi da non comprare perché nocivi

Ci sono degli alimenti che non vanno assolutamente inseriti nel carrello della spesa. Tra questi, ci sono pane, cereali, würstel, sottilette e non solo. Scopriamo perché tali cibi – comunemente venduti nei supermercati – sono così nocivi per la salute e da evitare in qualsiasi caso.

Pane cosiddetto “fresco”

Di solito, la prima cosa che si inserisce nel carrello è il pane che, in realtà, consideriamo “fresco” ma che tale non è, visto che – soprattutto le grandi catene – lo sottopongono a un processo di pre-congelamento al fine di renderlo appetibile all’acquisto. In questo alimento, infatti, possono esserci lieviti chimici che lo rendono addirittura meno digeribile.

Cereali per il latte e la colazione

I cereali sono pieni di zuccheri e sono trattati con sostanze chimiche che puntano ad esaltarne il sapore. Meglio optare per i cereali integrali, privi di qualsiasi sostanza aggiuntiva.

Pizza surgelata

Anche se facile da preparare (ma sicuramente meno buona di quella appena uscita dal forno a legna), tale pietanza va caldamente evitata, in quanto in essa vi sono ingredienti quali formaggi fusi, salumi, oli idrogenati.

Sottilette e formaggini

Questi cibi sono da inserire nella lista del junk food, ossia di quegli alimenti spazzatura da evitare sempre e comunque, in quanto contengono polifosfati e sostanze presenti negli scarti di formaggi, ma anche muffa, in alcuni casi, che si aggiunge a coloranti e conservanti.

Würstel di pollo

Anche loro finiscono nella lista nera degli alimenti da non inserire nel carrello della spesa, in quanto la carne che li compone è “separata meccanicamente”, il che significa che sono composti da scarti di carne premuti tramite un processo che poi crea una poltiglia rosa modellabile e che non è salutare.