Home Spettacolo “A’ bella, ma non senti? Questa è partita!” Asia Argento mortifica Sandra...

“A’ bella, ma non senti? Questa è partita!” Asia Argento mortifica Sandra Milo a Live Non è la D’Urso

CONDIVIDI

Sandra Milo lenta di comprendonio? Un’incredibile presa in giro in diretta televisiva: Asia Argento e lo sfottò a Live – Non è la D’Urso.

Asia Argento e Sandra Milo a “Live Non è la D’Urso”

Nell’ultima travolgente puntata di Live – Non è la D’Urso, Asia Argento e Sandra Milo si sono scontrate a favor di telecamere. Il motivo? Vecchie dichiarazioni rilasciate dalla svampita ottantasettenne che hanno fatto imbufalire la figlia di Dario Argento.

Live – Non è la D’Urso, caso Weinstein: Sandra Milo ribadisce la propria opinione su Asia Argento

In merito al caso Weinstein, incentrato sulle molestie e aggressioni sessuali compiute dal regista, l’irremovibile Sandra Milo si ostina a dire la sua. Ospite a Live – Non è la D’Urso in qualità di opinionista “sferata”, la Sandrona nazionale ha ribadito quanto già dichiarato nel 2017.

Rivolgendosi ad Asia Argento, protagonista assoluta della seconda parte dello show di Canale 5, Sandra Milo ha testualmente esclamato:

“Io ti trovo una donna molto divertente, perché hai il coraggio di fare quello che ti viene in mente. Non trovo che sia coraggioso denunciare uno stupro dopo tanti anni e dopo che altri lo avevano già fatto. Inoltre, se un uomo ti ha stuprato perché ci fai un film insieme?”

Tuttavia, quando Asia Argento ha cercato di replicare e difendersi, è accaduto un siparietto alquanto buffo. Sandra Milo ha ignorato l’attrice e ha continuato imperterrita il suo monologo, come se non la stesse ascoltando.

Live – Non è la D’Urso, Asia Argento interrompe il monologo di Sandra Milo

Asia Argento, romanaccia doc, ha colto la palla al balzo per ironizzare sulla disattenzione di Sandra Milo:

“Ma non sente bene? Ha problemi di udito? Il microfono funziona? … A’ bella, non li ho fatti i film! Qualcuno le può fare un briefing? A’ Sandra, non ci ho più lavorato! Me senti? Vabbè,  questa è partita!