Home News Arrestato Johnny lo zingaro: “Fuga per amore” dal carcere di Sassari

Arrestato Johnny lo zingaro: “Fuga per amore” dal carcere di Sassari

CONDIVIDI

Johnny sarebbe stato trovato ed arrestato in una villetta isolata della periferia di Sassari questa mattina.

Sassari Johnny
L’uomo sarebbe fuggito per amore.

Giuseppe Masini, alias Johnny lo zingaro, sarebbe stato arrestato questa mattina, 15 settembre, in una villetta, dopo essere fuggito dal carcere di Sassari.

Questa sarebbe la settima fuga attuata dall’uomo

L’uomo, a quanto pare, non si era allontanato di molto, infatti, la villetta di periferia dov’è stato arrestato era sempre in zona Sassari. A fermare Johnny gli uomini della Polizia di Stato che da giorni perlustravano ininterrottamente la città alla ricerca del fuggitivo.

Masini sarebbe evaso per “motivi d’amore”

L’arresto è avvenuto durante le prime ore del mattino quando i poliziotti hanno fatto irruzione nella villetta rurale della periferia di Sassari dove Masini si era nascosto. Questa, purtroppo però, non è la prima volta che lo “zingaro” riesce ad evadere, l’uomo, infatti, in altre sette occasioni è stato sorpreso nel tentare la fuga.

Quest’ultimo tentativo, andato in porto per qualche giorno, è avvenuto 10 giorni fa. Masini ha sfrutto, infatti, dei giorni di permesso per far perdere le sue tracce. L’uomo, ricordiamo, è stato condannato all’ergastolo, con alcuni anni di pena già scontati, per avere effettuato 3 omicidi.

Il motivo della fuga di Johnny sarebbe da attribuirsi all’amore. Come dichiarato dallo stesso fuggitivo, infatti:

“La fuga è sempre per amore”.

Queste le parole dell’uomo dette ai poliziotti al momento dell’arresto. La donna cercata da Masini però, non solo non sarebbe stata in casa, ma si troverebbe persino in un’altra Regione. I due amanti, infatti, sono riusciti ad avere contatti solo in via telefonica.

Infine, per evitare una nuova fuga dell’uomo, come riportato da Fanpage, hanno partecipato all’operazione gli uomini del servizio centrale operativo della Polizia di Stato e della Squadra Mobile di Sassari. Infine, ricordiamo che l’uomo era rinchiuso da luglio del 2017 nel carcere di massima sicurezza di Sassari.