Home News Ad Arenzano saranno distribuite borracce di alluminio ad ogni studente

Ad Arenzano saranno distribuite borracce di alluminio ad ogni studente

CONDIVIDI

Un modo per eliminare le bottiglie in plastica, fornendo uno strumento uguale per tutti evitando scambi o invidie tra i compagni.

borracce alluminio

Il Comune ligure di Arenzano punta ad utilizzare meno plastica, grazie alla sua in house Aral che si occupa di raccogliere i rifiuti. A correre in aiuto ci sono anche le due mascotte Geko il cui nome significa generazione ecologica e Gechino, che spingono i più piccoli a fare la raccolta differenziata.

La distribuzione delle borracce

Su ogni singola borraccia troviamo la stampa delle due mascotte e il loro motto “Si può fare!”. Ognuna è stata distribuita dall’amministrazione e da Aral all’Istituto Comprensivo di Arenzano.

Il progetto era stato approvato prima della pausa per la pandemia ed ora assume importanza ulteriore. Ogni ragazzo avrà la propria borraccia e s’impedirà lo scambio tra compagni della bottiglia.

Ogni ragazzo potrà personalizzare la propria con adesivi, scritte o altro e nel contempo si eliminerà la plastica tutelando la salute collettiva.

Renata Briano, amministratore unico di Aral ha parlato del risparmio di plastica come un modo per preservare la salute dell’ambiente e soprattutto del nostro mare:

“Riguarda il futuro dei nostri figli. Se non si inverte la rotta si prevede che nel 2050 ci sarà più plastica che pesci nei nostri oceani”

Ha proseguito dicendo che

“dobbiamo sbrigarci, coinvolgere i giovani, cambiare i nostri comportamenti, anche nelle piccole cose. Questo progetto è un piccolo gesto di amore verso Arenzano e il suo mare.”

I preparativi per il nuovo anno scolastico

Come in ogni scuola d’Italia ovviamente anche nell’Istituto Comprensivo di Arenzano ci si sta preparando alla riapertura. Tutte le aule sono state adattate alle normative anti – Covid, distanziando i banchi, adesivi per capire le distanze, cartelli con le istruzioni e molto altro ancora.

La dirigente scolastica Claudia Lorena ha detto che la scuola è ancora un work in progress. Sono ancora molte le cose da fare per rispettare l’attuale normativa.

“Non posso che ringraziare amministrazione e Aral per la consegna delle borracce […] Inviterò i ragazzi a personalizzare ognuno la propria borraccia.

Una sana iniziativa, che porterà ad un cospicuo risparmio di plastica