Home News Api, qual é la nuova pandemia in corso?

Api, qual é la nuova pandemia in corso?

CONDIVIDI

Le api selvatiche sono alle prese con una pandemia, esattamente come noi umani e non si tratta di una malattia, ma di un parassita fungino.

api parassita

Anche le api selvagge in questo momento stanno affrontando una pandemia, che però nel loro caso riguarda un parassita. A definirla in questo modo è stato un team di ricerca americano e affermano che sono due decenni che è attiva e si stia continuando a diffondere. La patologia nasce noto come Nosema.

La pandemia silente

Ad effettuar questa scoperta è un team di ricerca dell’University of Colorado Boulder e pubblicata su Plos Pathogens. Sfortunatamente non conosciamo l’impatto che questo patogeno ha effettivamente sulle api selvagge e solitaire, che sono all’incirca 20.000 specie. Esse contribuiscono all’impollinazioni, e se dovessero scomparire, sarebbe un disastro.

Le api sono sempre più minacciate, non è bastato il lockdown a salvarle, dato che le condizioni sfavorevoli stanno mettendo a rischio questi importanti impollinatori. Oltre ai parassiti, pericolosi sono agenti patogeni, cattiva alimentazione ma anche pesticidi ed inquinamento.

Ma cos’è il nosema? Esso è un parassita monocellulare a forma di spora. Attraverso l’alimentazione entra nelle viscere dell’animale, dove riesce a moltiplicarsi. Per infettare gli altri si serve di spore che contaminano fiori e polline, per poi infettare un futuro ospite

Esistono diversi ceppi ma i principali si chiamano: Nosema apis, Nosema ceranae, il Nosema ceranae. La sua infezione non è legata alle stagioni e impedisce alle api di difendersi. Non si analizza come questo possa impattare sulla regina e poi il resto dell’alvere. Si ignora del tutto come questo influisca sul loro comportamento.

È fondamentale capire come le api ne siano influenzate. Gli autori dello studio affermano inoltre è fondamentale capire il reale funzionamento di questi ceppi di Nosema. La patologia si sta spostando e sta ormai colpendo a livello globale questa d viaggiano per il mondo e colpiscono le api selvatiche e solitarie. È decisamente importante capire come funziona questo patogeno, per evitare il collasso delle colonie.