Home Casi Ancona, trovate ossa di topo in un pacco di pasta. I NAS...

Ancona, trovate ossa di topo in un pacco di pasta. I NAS indagano

CONDIVIDI

Ancona, giovane 24enne acquista un pacco di pasta in un noto supermercato.Quello che trova all’interno è spaventoso

Frammenti di topo nella pasta

È avvenuta ad Ancona l’agghiacciante vicenda di Mikael Tarquinia, 24 anni, che ha ritrovato nel piatto di pasta che stava mangiando una serie di frammenti ossei, probabilmente appartenenti ad un roditore. La denuncia di Mikael Tutto è avvenuto martedì sera, dopo che il 24enne di Ancona aveva comprato un pacco di fusilli al negozio vicino casa, per poi cucinarli lui stesso. Il ragazzo aveva scelto una ricetta molto semplice, fusilli in bianco con solo parmigiano come condimento. Il ragazzo, come ha raccontato successivamente ai carabinieri del NAS, si è accorto dei residui ossei solo a piatto quasi finito.

«Al mattino ho telefonato ai carabinieri del Nas – ha dichiarato Tarquini-dopo il lavoro sono stato al comando per consegnare il pacco di pasta con i fusilli rimasti e l’ossicino. Al momento mi hanno preso solo la pasta chiedendo di conservare ancora con me il frammento. Poi ho compilato la denuncia spiegando quello che mi è accaduto. I risultati non saranno immediati, hanno detto almeno un mese per sapere l’esito dei loro accertamenti. Io voglio sapere solo cosa ho mangiato».

L’intervento dei carabinieri Nella giornata di oggi, 1 febbraio, i carabinieri del NAS hanno effettuato un Blitz nel negozio dove il ragazzo aveva dichiarato di aver acquistato il pacco di pasta. Le forze dell’ ordine hanno richiesto al titolare dell’esercizio commerciale anche le fatture di acquisto, in modo tale da poter risalire al fornitore ed un eventuale lotto contaminato. Non è certo la prima volta che al Nas giungono denunce del genere, per la maggior parte si tratta però di insetti o larve che contaminano il cibo,molto più rara è invece la presenza di frammenti ossei, indice della possibile presenza di un corpo in decomposizione.