Home News Amanda Gorman: “Ho rifiutato migliaia di dollari di sponsor”

Amanda Gorman: “Ho rifiutato migliaia di dollari di sponsor”

CONDIVIDI

Non c’è mai stata poetessa più famosa al mondo, perdipiù a soli 23 anni. L’involucro fashion con cui si è presentata all’inserimento di Joe Biden, ha colpito le case di alta moda, che adesso se la contendono.

Amanda Gorman la poetessa degli Stati Uniti presto sulla copertina di Vogue
Amanda Gorman

I versi di Amanda Gorman affrontano, con la cadenza del rap, problematiche sociali, quelle che lei stessa, donna di colore cresciuta senza padre, ha dovuto affrontare. Ma la declamazione dei componimenti, bando agli stereotipi, è in abiti e accessori che lasciano senza fiato gli appassionati di moda.

Tante proposte, pochi contratti firmati

Per la prodigiosa ragazza oltre all’impegno letterario, c’è quello, non semplice, di scegliere nella lunga lista di aspiranti sponsor che potranno legare i loro capi, fragranze, gioielli e motivi al nome dell’ammaliante poetessa.

In un’intervista del Guardian ribadisce che accette solo le proposte delle aziende che le “trasmettono qualcosa”.

A non ispirarla sono state un’insieme di richieste, che insieme ammontano a ben 17 milioni di dollari.

Ha condiviso con il giornale britannico un altro particolare su come arriva a prediligere un’offerta al posto di un’altra.

“Non ho davvero guardato i dettagli”.

In altre parole non bada al prezzo, per non farsi influenzare dalle cifre, focalizzandosi di più sul prodotto.

Un altro primato, in copertina su Vogue

La letterata è anche modella da qualche mese (condivide infatti l’agenzia di top model come Kate Moss o Heidi Klum) a maggio prossimo otterrà un altro record: sarà la prima poetessa in assoluto in copertina su Vague. 

Per l’occasione gli scatti sono di una tra i più eminenti maestri della fotografia, Annie Leibovitz.

È stata ritratta in creazioni firmate Luis Vuitton e Dior scelte da Virgil Abloh, stilista di origini ghanesi e primo direttore artistico nero della maison francese Vuitton.

Infatti Gorman è molto attenta anche alle persone con cui lavora, prediligendo chi condivide con lei l’essere donna, nera e giovane. Come per esempio per i traduttori, alcuni licenziati perché bianchi vecchi e uomini.

Per scoprire la celeberrima e poliedrica poetessa come indossatrice, mancano meno di tre settimane.