Home News Allerta alimentare RASFF, pesce tossico: “Non mangiatelo”

Allerta alimentare RASFF, pesce tossico: “Non mangiatelo”

CONDIVIDI

Il RASFF ha ritirato un lotto di Tonno con Mercurio di importazione spagnola. Pericoloso, non adatto alla consumazione. Ecco cosa devi sapere.

tonno

Il Sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi (RASFF) ha appena comunicato di aver ritirato un prodotto alimentare contaminato: tonno con mercurio proveniente dalla Spagna e distribuito in Italia.

I controlli e le operazioni di ritiro alimentare non si fermano mai pur di mantenere alti gli standard di sicurezza, e anche qualitativi, della merce presente in commercio.

L’ente lavora instancabilmente e monitora senza sosta i prodotti che vengono commercializzati nei paesi UE. Se risultano delle anomalie vengono immediatamente attuate le contromisure necessarie.

Il RASFF è un organizzazione efficiente e fulminea nel notificare le avvertenze, le allerte e le notifiche alimentari ai consumatori.

Ecco le informazioni utili comunicate nella notifica alimentare che dovreste conoscere.

Tonno con mercurio ritirato dal RASFF

Il codice di riferimento della notifica che il RASFF ha diramato è 2020.3962, la data di pubblicazione è 28/09/2020. Classificata dalle autorità competenti come ‘allerta‘ il grado di pericolosità affibbiato è ‘grave‘.

Un controllo ufficiale condotto sul mercato interno SEE ha trovato un lotto di tonno contaminato: le autorità lo hanno immediatamente ritirato dalla commercializzazione.

Il prodotto protagonista di questa allerta alimentare è del Tonno rosso refrigerato proveniente dalla Spagna, appartiene ovviamente alla categoria alimentare ‘pesce e prodotti ittici’.

La concentrazione di metalli pesanti all’interno del campione analizzato era fuori norma e avrebbe potuto incidere negativamente sulla salute dei consumatori. Le analisi di laboratorio hanno rilevato un’alta presenza di mercurio nel campione di tonno preso in esame.

Il campionamento è avvenuto il 22 settembre 2020 e la quantità di mercurio rilevata era pari a 1,6 mg/kg-ppm.

La quantità di mercurio massima consentita nel tonno è minore di 1,3 mg/kg, la quantità ritrovata nel campione supera evidentemente il limite massimo.

Intossicazione da Mercurio

I sintomi da intossicazione da mercurio non sono affatto piacevoli e in situazioni gravi possono anche causare danni neurologici.

I principali effetti notabili in un soggetto che ha un’intossicazione da mercurio sono:

  • problemi digestivi
  • febbre
  • vomito e nausea
  • dolori muscolari e articolari
  • dolore addominale, crampi
  • diarrea
  • problemi cerebrali (nei casi gravi)

Se sospettate di avere questa tipologia di intossicazione contattate il vostro medico curante per ricevere le cure adeguate.

Per proteggere il vostro stato di buona salute è bene non consumare troppo spesso e in grande quantità i cibi che contengono maggiore concentrazione di mercurio: ad esempio il tonno.