Home News Allerta alimentare: ritiro di prodotti con pesticidi usati per la panificazione

Allerta alimentare: ritiro di prodotti con pesticidi usati per la panificazione

CONDIVIDI

Prodotto alimentare con pesticidi ritirato immediatamente dai supermercati. Di seguito tutte le informazioni fornite dal RASFF ai consumatori.

Nuova allerta alimentare del Sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi (RASFF) indirizzata a tutti i consumatori: un prodotto utilizzato per la panificazione è contaminato da pesticidi.

prodotti contaminati ritirati

 

Il ministero della Salute e il RASFF sono due enti preposti ad assicurare a tutti i consumatori che i prodotti introdotti sul mercato sono di ottima qualità e privi di contaminazioni.

Le pagine web dedicate alle allerte alimentare e ai ritiri sono utili per conoscere i prodotti che gli enti ritirano o etichettano come pericolosi per la comunicazione.

In un prodotto utilizzato nelle preparazioni da forno proveniente dall’estero e distribuito in Italia, le analisi di laboratorio hanno riscontrato delle anomalie. La presenza di tracce di pesticidi ha portato il RASFF a ritirare il prodotto dalla distribuzione.

Ecco tutte le informazioni utili sul prodotto pericoloso.

Prodotto con pesticidi: informazioni utili

Il codice della notifica del Rasff che comunica il rilevamento di pesticidi in un prodotto utilizzato per la panificazione è 2020.439.

La notifica è del 20 ottobre 2020, giorno in cui il RASFF ha caricato anche l’ultimo aggiornamento in merito.

L’allerta alimentare mette in guardia i consumatori sui prodotti pericolosi che ci sono in commercio e tale comunicazione è del livello ‘ad alto rischio‘. Il controllo sul prodotto contaminato è stato effettuato dall’azienda stessa che ha poi comunicato i risultati all’ente preposto.

Il prodotto protagonista dell’allerta alimentare è utilizzato nella panificazione: semi di sesamo usati in diversi prodotti da forno. La categoria a cui appartengono è quella etichettata come cereali e prodotti da forno‘.

La distribuzione in Italia e a Malta del prodotto pericoloso proviene dall’estero, precisamente dalla Francia.

Le analisi hanno rilevato nei campioni delle sostanze non autorizzate: ossido di etilene, un pesticida. I consumatori mangiando questo prodotto metterebbero a rischio la propria salute e per questo motivo il RASFF ha subito provveduto al ritiro dalla distribuzione.

Intossicazione da pesticidi

L’ossido di etilene è un pesticida utilizzato in campo alimentare perché in grado di uccidere batteri, muffe, insetti e funghi: è estremamente utile per sterilizzare e pastorizzare i prodotti termolabili.

Risulta essere una sostanza pericoloso e cancerogena se assorbita in eccessive quantità ecco perché è bene non consumare alimenti contaminati da questo pesticida.