Home Salute & Benessere Rossori e cute pruriginosa? L’allergia all’uovo non va sottovalutata: tutti i sintomi...

Rossori e cute pruriginosa? L’allergia all’uovo non va sottovalutata: tutti i sintomi e le alternative utili

CONDIVIDI

Molte persone non sanno di essere allergiche all’uovo. Purtroppo, non tutti sanno riconoscere in tempo i sintomi. Ecco come scoprirla in tempo

Uova, le allergie più comuni
allergia all’uovo

Una persona che ha un’intolleranza alle uova non è in grado di digerirle. Questa incapacità può provocare vari sintomi, tra cui gonfiore, crampi, nausea o diarrea. Sebbene un’intolleranza all’uovo non sia in genere pericolosa, può essere scomoda e fastidiosa.

Se una persona ha un’intolleranza alle uova, potrebbe essere necessario evitare di mangiare uova o consumarne solo piccole quantità. Tuttavia, sono disponibili alternative a base di uova come sostitute di questo alimento.

Sintomi

Una persona con intolleranza alle uova può avere nausea, gonfiore e crampi allo stomaco.
I sintomi di un’intolleranza all’uovo possono includere:

• nausea
• gonfiore
• mal di stomaco o crampi
• diarrea
• vomito
• indigestione

Secondo gli esperti, i sintomi delle allergie alimentari e delle intolleranze sono diversi. L’intolleranza all’uovo non è pericolosa per la vita. Tuttavia, può essere una grave allergia alimentare.

È importante consultare un medico se una persona pensa di poter avere un’allergia all’uovo. Se qualcuno manifesta sintomi di shock anafilattico, dovrebbe subito chiamare i soccorsi.

I sintomi dello shock anafilattico possono includere:

• orticaria
• dolore addominale
• vertigini
• svenimenti
• rigonfiamento
• battito cardiaco accelerato
• Allergia all’uovo vs. intolleranza

Un’intolleranza all’uovo e un’allergia all’uovo sono condizioni diverse.

Un’intolleranza alle uova coinvolge il sistema digestivo, mentre un’allergia alle uova coinvolge il sistema immunitario.

Intolleranza alle uova

L’intolleranza alimentare si verifica quando il corpo non è in grado di digerire determinati componenti negli alimenti.

Le persone che hanno un’intolleranza all’uovo potrebbero non essere in grado di digerire gli albumi o i tuorli o entrambi.

Con un’intolleranza, una persona può sperimentare problemi digestivi ore dopo aver consumato il cibo offensivo. Mentre i sintomi possono essere scomodi, non sono in genere pericolosi.

Le persone potrebbero non sapere di avere un’intolleranza alle uova perché i loro sintomi potrebbero non apparire subito dopo aver mangiato le uova. Oppure, potrebbero non manifestare alcun sintomo quando mangiano piccole quantità di uovo.

Allergia alle uova

Con un’allergia alle uova, il sistema immunitario di una persona tratta le uova come un invasore. Di conseguenza, rilascia sostanze chimiche potenti quando il corpo viene a contatto con le uova.

Un’allergia all’uovo può causare sintomi gravi e talvolta letali. I sintomi di un’allergia all’uovo possono comparire entro mezz’ora dall’esposizione.

Con un’allergia, una persona può sperimentare una reazione dopo aver consumato piccole quantità di uovo. Possono anche avere una reazione toccando le uova o inalando particelle nell’aria.

Diagnosi

Al momento non ci sono test approvati per l’intolleranza all’uovo. Anche se i test possono diagnosticare le allergie all’uovo, è più difficile diagnosticare le intolleranze all’uovo.

Una persona può essere in grado di identificare se ha un’intolleranza all’uovo tenendo un diario alimentare.

Un diario alimentare può contenere informazioni quali:

• tutto ciò che una persona mangia e beve
• la data, l’ora e il tipo di problemi digestivi che riscontrano
• tutti i farmaci che prendono.

Tenere un diario per diversi giorni o settimane consente a una persona di cercare una connessione tra alimenti e sintomi specifici.

Se qualcuno è preoccupato di avere un’intolleranza alle uova, dovrebbe evitare completamente le uova per un po’ e vedere se i sintomi scompaiono. Se i sintomi si ripresentano dopo aver consumato uova, si potrebbe parlare di intolleranza.

Tenere un diario alimentare può avere anche altri benefici. Alcune prove suggeriscono che le persone che hanno la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) possono trarre vantaggio dall’evitare determinati alimenti se sono intolleranti nei loro confronti.

Alternative alle uova

Se una persona ha bisogno di evitare completamente le uova, ci sono alternative.

Tofu

Il tofu è un alimento ad alto contenuto proteico a base di soia. Le persone possono usare il tofu al posto delle uova a colazione o nei panini o mescolandolo in frullati.
Salsa di mele senza zucchero e purea di frutta

La salsa di mele e altri frutti passati, come la banana, possono sostituire le uova in cottura. La pectina nei frutti può sostituire efficacemente i grassi animali. Può agire come emulsionante, riempitivo, stabilizzante, addensante e gelificante.

Semi di lino o chia

I semi di lino o di chia mescolati con acqua possono sostituire le uova in cottura. Combina 1 cucchiaio di semi con 2,5 cucchiai di acqua per sostituire un uovo. Lasciare riposare 5 minuti per consentirgli di combinare prima di aggiungere alla ricetta.