Home Spettacolo Alfonso Signorini, dopo la leucemia un altro grave problema, la triste confessione

Alfonso Signorini, dopo la leucemia un altro grave problema, la triste confessione

CONDIVIDI

Alfonso Signorini, un altro grave dramma dopo la leucemia: la triste confessione del giornalista e conduttore milanese

Alfonso Signorini dramma
Alfonso Signorini

Il noto direttore del settimanale Chi, Alfonso Signorini, torna a parlare di un momento difficile della sua vita: la confessione inedita rivelata soltanto adesso.

Alfonso Signorini, l’inedita confessione

Tutto pronto per la nuova edizione del Grande Fratello Vip che, anche quest’anno, sarà condotto da Alfonso Signorini. Nonostante un caso di positività registrato tra gli operatori, l’inizio della trasmissione sembra, al momento, confermato. A tal proposito, in una recente intervista rilasciata al Giornale, il direttore del settimanale Chi ha rivelato che la situazione è piuttosto complicata ma che l’intera produzione è attrezzata ad affrontare la situazione con il massimo rigore.

Lo scrittore e giornalista milanese non ama spiattellare la sua vita privata in pubblico ma, in una passata intervista, ha svelato che ha superato una malattia molto dura e oggi deve fare i conti con un altro problema di salute.

Il racconto del conduttore del Grande Fratello Vip

Nel 2011, Alfonso Signorini è stato colto da un malore durante la trasmissione  ‘Kalispera‘. Terminata la trasmissione, decide di recarsi al al San Raffaele di Milano per sottoporsi ad una serie di accertamenti. In quella occasione, il direttore del settimanale Chi ha scoperto di avere una leucemia mieloide. Per fortuna, dopo un periodo davvero difficile, oggi sta bene e ha affrontato la malattia con grande coraggio, grazie anche al sostegno di amici e parenti.

In una intervista a Matrix, invece, ha rivelato che c’è un altro grave problema che affligge la sua salute. Una delle sue grandi passioni è la musica. Da bambino, infatti, passava molte ore attaccato alla cuffia:

‘Non potrei mai vivere senza musica, da piccolo passavo le ore attaccato alla cuffia a sentire Verdi, Puccini’

E poi ha aggiunto:

‘Ora porta l’apparecchio’

Questa sua abitudine l’ha portato all’abbassamento l’udito e sente grazie all’aiuto di un apparecchio.