Home News Alex Zanardi, il perito della Procura: “Tir invase leggermente la corsia opposta”

Alex Zanardi, il perito della Procura: “Tir invase leggermente la corsia opposta”

CONDIVIDI

L’autista del camion è l’unico indagato per il drammatico incidente in cui è rimasto coinvolto l’ex campione di Formula 1 lo scorso 19 giugno.

alex zanardi perizia del perito della Procura

Una condizione che, comunque, non avrebbe provocato il movimento di Zanardi verso destra.

La perizia sulla handbike

Lo scorso 7 ottobre è terminata la perizia del consulente di Marco Ciacci sulla hanbike di Alex Zanardi, l’ex campione di Formula 1 rimasto coinvolto in un terribile incidente a Siena, il 19 giugno scorso.

Marco Ciacci è l’autista del camion che viaggiava in direzione opposta all’handbike, che si scontrò proprio con il tir di Ciacci. La perizia non ha riscontrato alcun problema di natura tecnica alla handbike di Zanardi, né al manto stradale: l’ex pilota di Formula 1 viaggiava ad una velocità di circa 50 chilometri orari.

La perizia della procura e quella del legale di Ciacci sono giunte alla medesima conclusione: l’ex pilota di Formula 1 perse il controllo della handbike in curva e le condizioni dell’asfalto non erano così instabili da provocare un tale incidente.

Il camion procedevano ad una velocità di 30 Km orari quando si scontrò in quella maledetta curva.

La consulenza tecnica della Procura di Siena

Secondo quanto riferisce anche Tgcom24, il perito della Procyìura di Siena ha accertato che il tir guidato da Marco Ciacci avrebbe leggermente invaso la corsia opposta.

Un’invasione che, comunque, non è stata la causa della virata della handbike verso destra. Una sterzata costata cara a Zanardi: il campione, infatti, perse il controllo della handbike, impattando sulla ruota anteriore del camion che viaggiava in direzione opposta.

“La posizione del tir è fisiologica per quel tipo di mezzo e per quella strada e non è quella che ha causato l’incidente”

ha ribadito il legale dell’autista.

Un’idea su cui sarebbe concorde anche il consulente della Procura, mentre di diverso avviso è il tecnico della famiglia Zanardi, secondo cui il campione avrebbe virato a destra proprio per evitare l’impatto con il tir.

Compito ora della Procura archiviare o meno l’indagine a carico dell’autista del camion.