Home Casi Alex Zanardi, grave quadro neurologico: indagato il camionista

Alex Zanardi, grave quadro neurologico: indagato il camionista

CONDIVIDI

Ancora molto gravi le condizioni di Alex Zanardi, il campione paralimpico rimasto gravemente ferito in un terribile incidente in handbike.

alex zanardi

Indagato il camionista coinvolto nell’incidente di Alex Zanardi. L’uomo è stato iscritto nel registro degli indagati per lesioni gravi.

La dinamica dell’incidente

Drammatico incidente nel pomeriggio di ieri per l’atleta paralimpico Alex Zanardi. Il campione azzurro stava gareggiando in provincia di Siena sulla sua handbike, quando, per cause ancora da accertare, avrebbe perso il controllo della bici.

L’atleta stava partecipando alla tappa della staffetta Obiettivo tricolore, della quale lo stesso Zanardi è fondatore.

Nel pomeriggio di ieri, il campione stava gareggiando sulla statale 146, tra Pienza e San Quirico d’Orcia, quando, con la sua handbike, ha impattato contro un camion, che sopraggiungeva nella direzione opposta.

L’elissoccorso lo ha trasferito d’urgenza all’ospedale Santa Maria delle Scotte di Siena. Nella serata di ieri Zanardi ha subito un delicato intervento chirurgico e maxillo-facciale.

Le condizioni emodinamiche e respiratorie sono stabili, ma il quadro neurologico resta ancora grave. I prossimi giorni saranno decisivi.

“Attualmente le condizioni cliniche del paziente sono stabili, ma ancora gravi”

ha fatto sapere il medico che ha operato il campione.

Indagato il camionista

La Procura di Siena ha aperto un’inchiesta per cercare di far luce su quanto accaduto al campione.

Come riferisce anche Il Giornale, il camionista coinvolto nell’incidente di Alex Zanardi è stato iscritto nel registro degli indagati per il reato di lesioni gravi o gravissime da incidente stradale, come stabilisce l’articolo 590 bis del codice penale.

Il capo della Procura ha spiegato che si tratta di un atto dovuto. Il 44enne è stato sottoposto al test di alcol e droga. Entrambi hanno dato esito negativo. I Carabinieri hanno ascoltato anche gli organizzatori della corsa.