Home News Alex Zanardi, condizioni gravissime ma stabili: “Da oggi stop ai bollettini”

Alex Zanardi, condizioni gravissime ma stabili: “Da oggi stop ai bollettini”

CONDIVIDI

Ancora stabili le condizioni di Alex Zanardi, il campione che lo scorso venerdì è rimasto vittima di un grave incidente in handbike.

La direzione dell’ospedale Le Scotte di Siena ha fatto sapere che da oggi non ci saranno più comunicati sulle sue condizioni di salute, per preservare quello che è innanzitutto un presidio Covid. Anche il Pontefice scrive ad Alex Zanardi.

Le condizioni di Zanardi

Nuovo bollettino dall’ospedale Le Scotte di Siena che, certifica, ancora una volta che le condizioni di Alex Zanardi restano gravi e invariate.

“Trascorsa la quinta notte di degenza senza sostanziali variazioni nelle sue condizioni cliniche, per quanto riguarda i parametri cardio-respiratori e metabolici. Resta grave il quadro neurologico”

si legge nell’ultimo bollettino.

Zanardi resta dunque sedato, intubato e ventilato e la prognosi è ancora riservata.

Come riferisce anche La Repubblica, c’è però una novità importante. A partire da questo pomeriggio, il personale sanitario non divulgherà più bollettini pubblici.

Una scelta fatta insieme alla famiglia dell’atleta, anche per preservare quello che è un presidio Covid.

Zanardi è seguito costantemente da un’equipe di una ventina tra medici ed infermieri. Un nuovo bollettino sarà divulgato quando ci saranno evoluzioni importanti nelle condizioni dell’atleta.

Il post di Niccolò

Anche il Pontefice ha scritto una lettera ad Alex Zanardi. Papa Francesco ha inviato simbolicamente una missiva al campione tramite don Marco Pozza, cappellano del carcere di Padova, giornalista e conduttore televisivo, che con l’ex pilota di Formula 1 ha corso le maratone di New York, Venezia e Padova e del quale poi è diventato grande amico.

Anche Niccolò, il figlio dell’ex pilota di Formula 1, ha voluto tributare un messaggio speciale al papà.

“Io questa mano non la lascio. Dai papà, anche oggi un piccolo passo avanti”

è il post del ragazzo che ha commosso il web. La mano stretta a quella del papà, che sta lottando per la seconda volta contro un destino beffardo.