Home News Alex Zanardi compie 54 anni: le ultime sulle condizioni del campione

Alex Zanardi compie 54 anni: le ultime sulle condizioni del campione

CONDIVIDI

L’atleta, ancora ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano, ha ricevuto numerosi messaggi di sostegno per questo compleanno molto particolare.

alex zanardi compleanno

Intanto, dal nosocomio lombardo fanno sapere che le condizioni del campione continuano progressivamente a migliorare.

Gli auguri per il compleanno di Alex Zanardi

Un compleanno insolito quello che ricorre oggi, 23 ottobre, per il campione paralimpico, Alex Zanardi. L’ex pilota di Formula 1 è tuttora ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano, dopo il drammatico incidente in handbike in cui rimase coinvolto lo scorso 19 giugno.

Mentre partecipava alla staffetta di Obiettivo 3, Zanardi perse il controllo della sua handbike, finendo rovinosamente contro un camion che sopraggiungeva in direzione opposta.

Le sue condizioni apparvero sin da subito gravissime: trasferito inizialmente all’ospedale Le Scotte di Siena, in quel nosocomio subì 3 interventi chirurgici.

Lo scorso agosto venne poi ricoverato a Villa Beretta, fino all’ulteriore aggravarsi della sua situazione, che costrinse i sanitari ad un ricovero all’ospedale San Raffaele di Milano.

Per celebrare il compleanno del campione, il Coni ha ricordato una frase che Zanardi era solito citare spesso:

“Credo che la curiosità sia l’unica cosa di cui abbiamo bisogno nella vita. Se sei curioso troverai la tua passione. E i risultati che avrai saranno il risultato di quanta passione metterai nella tua vita”.

Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico ha scritto su Twitter:

“Noi siamo qui in attesa di festeggiare la più bella delle tue vittorie”.

Le condizioni del campione

Come riferisce anche l’Ansa, le condizioni dell’ex pilota di Formula 1 sono in continuo miglioramento. I progressi nel percorso di neuroriabilitazione all’ospedale San Raffaele dove è seguito dall’equipe di Luigi Beretta, sono costanti e progressivi.

La strada è ovviamente ancora lunga, ma le notizie che arrivano dal nosocomio lombardo sono molto positive ed incoraggianti.