Home Cronaca Orrore ad Agrigento, cucciolo appena nato lanciato da un’auto in corsa: “Urlava...

Orrore ad Agrigento, cucciolo appena nato lanciato da un’auto in corsa: “Urlava dal dolore”

Il cagnolino è stato salvato da un passante, che lo ha affidato ad un rifugio per animali abbandonati.

cucciolo abbandonato Agrigento

Le sue condizioni sarebbero molto gravi. Le prossime ore saranno cruciali per capire l’evolversi della situazione.

Cucciolo lanciato da un’auto in corsa: l’orrore a Menfi

Lo hanno lanciato da un’auto in corsa nelle campagne di Menfi, nell’Agrigentino.

Fortunatamente un passante ha sentito le sue urla di dolore e lo ha raccolto.

Vittima dell’inumano comportamento un cagnolino di appena una settimana.

Il passante ha quindi affidato il cucciolo ad una struttura che si occupa di animali abbandonati, l’Oasi Ohana, un rifugio a Santa Margherita di Belice, nell’Agrigentino.

Le condizioni del cagnolino

Ad aggiornare tempestivamente sulle condizioni del cagnolino ci ha pensato la fondatrice del rifugio, Chiara Calasanzio, che qualche ora fa ha pubblicato un lungo post per spiegare come stiano procedendo le cure per il cucciolo.

“Avrei tanto voluto darvi buone notizie, avrei voluto raccontarvi che grazie agli antidolorifici il piccolo lanciato dall’auto in corsa guidata da un bastardo si era ripreso e mangiava al bibe. E così sembrava dovesse andare. Purtroppo il cucciolo da pomeriggio ha continue crisi convulsive”

si legge nel lungo post della giovane.

Purtroppo le condizioni del cagnolino destano non poca preoccupazione.

Quando il cucciolo è stato salvato dal passante urlava dal dolore. Una prima somministrazione di antidolorifici sembrava aver avuto l’effetto sperato, ma purtroppo le sue condizioni sono ancora gravissime.

Leggi anche –> Bologna, bimba di 4 anni morta per una diagnosi errata: indagati 4 medici. “Poteva salvarsi”

Il tutto è reso ancor più difficile proprio dal fatto che il cucciolo sia stato strappato alla madre ad appena una settimana di vita e quindi nei primi giorni, fondamentali, dell’allattamento e del contatto materno.