Home News Agenzia delle Entrate, “giungla” fiscale: ecco le scadenze del 16 settembre

Agenzia delle Entrate, “giungla” fiscale: ecco le scadenze del 16 settembre

CONDIVIDI

Ingorgo fiscale o “giungla” fiscale: oggi 16 settembre si concentrano un sacco di scadenze fiscali da rispettare e da adempiere ad hoc.

scadenze fiscali

Si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo visto che hanno ripreso le scadenze fiscali precedentemente sospese a marzo, aprile e maggio.

IVA, ritenute Irpef e contributi INPS, ecco cosa si deve pagare entro la data odierna ed evitare more: oltre alle scadenze fiscali ordinarie, ci sono anche quelle straordinarie da prendere in debita considerazione.

Scadenze fiscali settembre, il 16 riprendono le scadenze sospese durante il lockdown

Dopo il lockdown e la proroga, ripartono i versamenti delle imposte sospese: entro il 16 settembre 2020 è necessario adempiere il pagamento della prima rata o del totale delle tasse e dei contributi riferiti ai mesi di marzo, aprile e maggio.

Il decreto legge n. 104 del 14 agosto 2020 ha previsto la possibilità di rateizzare fino al 2022 il totale di imposte e contributi sospesi.

La prima scadenza è fissata al 16 settembre 2020, ma il quantum debeatur potrà essere pagato a metà entro la fine dell’anno e per un’ulteriore metà tra il 2021 ed il 2022.

Al centro dell’attenzione ci sono IVA, ritenute Irpef, contributi previdenziali ed assistenziali, ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, trattenute relative all’addizionale regionale e comunale e premi per l’assicurazione obbligatoria.

Fisco, prolungata la rateizzazione con il Decreto Agosto

Il Governo con la Manovra estiva ha prolungato la durata della rateizzazione, stabilendo che le tasse sospese nei mesi del lockdown non andranno più saldate entro la fine del 2020 ma in due anni.

Il 16 settembre è la prima data da tenere a mente visto che entro la stessa si deve versare il 50% del totale dell’importo dovuto ovvero la prima delle quattro rate mensili.

Il restante 50% di ritenute Irpef, IVA e contributi INPS potrà essere versato nel 2021.

E’ stato prorogato al 30 settembre il termine per comunicare la rateizzazione dei contributi.