Home Spettacolo Adriana Volpe, brutta notizia. La sentenza dopo il GF Vip: ‘Non ci...

Adriana Volpe, brutta notizia. La sentenza dopo il GF Vip: ‘Non ci sono soldi, dunque…’

CONDIVIDI

Sulla possibile conduzione di ‘Mattino Cinque’ affidata ad Adriana Volpe, ci ha pensato Dagospia a frenare gli entusiasmi. Il noto giornalista ha svelato un retroscena esclusivo sul budget aziendale di Mediaset.

Adriana Volpe, ex concorrente del GF Vip 4

Il Gruppo Mediaset si è intorcinato. Sebbene a Canale 5 si respirasse aria di cambiamento, per mancanza di budget gli autori televisivi avrebbero deciso di chiudere i rubinetti. Ad avanzare questa l’ipotesi è stato Roberto D’Agostino, celebre giornalista e fondatore del sito di gossip Dagospia.

Dagospia manda in frantumi il sogno di Adriana Volpe

Stando all’ultimo scoop pubblicato su Dagospia.com, sul futuro professionale di Adriana Volpe si profilerebbe una certa instabilità. L’ex concorrente del GF Vip 4 dovrà rinunciare al suo sogno nel cassetto almeno per i prossimi anni. Ha tuonato così il celebre sito di gossip:

“Sarebbero esigue le speranze per l’operazione weekend con Volpe e Cucuzza. Sarà difficile trovare il budget per assicurare la messa in onda di titoli forti e noti, improbabile dunque che si possa puntare su fasce minori attualmente spente…”

Un discorso chiarissimo, quello di Dagospia, che si è lanciato su una previsione sull’attuale conduzione di Mattino Cinque. Per la storica trasmissione mattutina di Canale 5, infatti, sarebbe stata riconfermata la padrona di casa, ossia la leggendaria presentatrice Federica Panicucci.

Sarebbero lontani i tempi in cui Canale 5 metteva mano al portafoglio e ingaggiava nuovi presentatori, rivoluzionando il cast delle trasmissioni televisive. Secondo fonti attendibili, il budget aziendale Mediaset avrebbe subito un forte ridimensionamento. Non ci sarebbero abbastanza soldi, insomma.

Come ha spiegato Dagospia, il contenitore televisivo Mattino Cinque presenterebbe un quadro non molto roseo. Dal punto di vista dei fondi, i piani alti di Cologno Monzese preferirebbero esser parsimoniosi e non rischiare. Dopotutto “squadra vincente non si cambia” e questo il vicepresidente esecutivo Pier Silvio Berlusconi lo sa molto bene.