Home Spettacolo Adrian, il Codacons interviene con un esposto: “Ha superato il limite consentito”

Adrian, il Codacons interviene con un esposto: “Ha superato il limite consentito”

CONDIVIDI

Il grande flop della serie evento Adrian non si ferma e si aggiunge anche un esposto da parte del Codacons

Adrian, ancora flop e polemiche: il Codacons interviene con un esposto
Una scena di “Adrian”

La serie evento non è più molto gradita dai telespettatori Mediaset, che continuano ad insorgere con polemiche traducendo il tutto in un grande flop. Ma ad arricchire la vicenda c’è anche il Codacons – che ha pensato bene di preparare un esposto.

Il flop e le polemiche della quarta puntata

Adrian è tornato su Canale Cinque con una quarta puntata che ha seguito nuovamente un format oramai scritto sulla scaletta, con una prima parte in onda direttamente dal teatro e una seconda dedicata al cartone animato con i disegni di Milo Manara.

Visti i tanti commenti negativi, Adriano Celentano si era reso molto più disponibile e durante la scorsa puntata aveva deliziato i suoi telespettatori con l’interpretazione di due canzoni – molto gradite – seppur gli ascolti non hanno subito un rialzo.

Nella puntata andata in onda, non ci sono stati intrattenimenti musicali ma il molleggiato ha voluto dare spazio all’esibizione del ballerino internazionale Sergei Polunin che ha lasciato tutti a bocca aperta.

La polemica sui social non si è fermata nonostante la magia del ballo, rimarcando la totale assenza di significato del cartone animato e di come – certi temi trattati – non siano corretti nei confronti delle donne, dell’ambiente e della città di Napoli.

L’esposto del Codacons

Non mancano le critiche, ma Adriano Celentano deve anche fare i conti con l’esposto che la Codacons ha effettuato ufficialmente, per la protesta in merito all’aumento del volume durante la messa in onda dello spot di presentazione.

Sono stati registrati differenze pari a +4 decibel tra lo spot di Adrian e tutti gli altri trasmessi su Canale 5. L’impressione dei telespettatori era fondata: il Codacons – in base alla legge sull’inquinamento acustico – porterà l’esposto alla Procura di Roma per l’apertura di un’indagine.