Home Consigli in Cucina Acqua della pasta, ecco i modi utili e creativi per non sprecarla

Acqua della pasta, ecco i modi utili e creativi per non sprecarla

CONDIVIDI

Quando si cucina la pasta, è facile pensare di star sprecando acqua, visto che finisce nello scarico. Come riutilizzarla dopo la cottura? Scopriamolo insieme.

acqua della pasta
acqua della pasta

In molti pensano che, dopo la cottura, l’acqua usata per cucinare la pasta vada buttata.

Per fortuna, tuttavia, alcune persone hanno escogitato diversi modi per riutilizzare quel liquido prezioso per l’ambiente.

Se stai cercando modi eleganti per riutilizzarla quando hai finito di cucinare, niente paura: a tutto c’è un rimedio, anche per l’acqua sottoposta a cottura.

Acqua della cottura: come riutilizzarla dopo la cottura

1. Usala per innaffiare il tuo giardino e i fiori

Durante la sperimentazione, alcuni ricercatori hanno scoperto che puoi usare quella rimanente per cucinare la pasta per far crescere le piante e i fiori nel tuo giardino. L’alto contenuto di minerali li aiuta a crescere più velocemente e in maniera rigogliosa.

2. Usala per preparare il tuo pesto

Devi assicurarti di farlo con acqua calda per la pasta. In questo modo, l’acqua agisce come agente legante e ti darà quel pesto appiccicoso e cremoso che desideri ardentemente mettere in un sandwich o sulla stessa pasta!

3. Prepara un impasto per pizza e altri tipi di pane

Uno dei vantaggi del riutilizzo è che conserva alcuni sapori e l’amido della pasta originale. Ciò contribuirà a dare al tuo pane fatto in casa un sapore completamente nuovo e distintivo.

4. Immergi i fagioli e le altre verdure

Ringrazierai te stesso quando inizierai a immergere i fagioli nel liquido ricco di amido durante la notte. In questo modo, saranno molto più facili da ammorbidire quando vai a cucinarli il giorno seguente.

5. Usala per lavare i piatti sporchi

Quando immergi i piatti nell’acqua usata per cucinare la pasta, l’amido inizia a dissolversi e agisce come un detergente naturale. Sì, funziona anche se lo usi sui piatti più sporchi, quindi perché non provarle questo metodo!