Cagliari, atletica in lutto: il runner Simone Longu morto in un incidente stradale

Simone Longu, runner sardo di soli 35 anni, è morto in seguito ad un tragico incidente a Cagliari. Lo scooter su cui viaggiava, infatti, è stato colpito lateralmente da un auto ed ha poi perso il controllo, finendo contro il gardrail.

Simone Longu
Simone Longu – Lettoquotidiano.

Simone Lungu avrebbe compiuto 36 anni a novembre, ma la sua vita è stata spezzata da un tragico incidente che lo ha coinvolto nella giornata di martedì. Per lui non c’è stato nulla da fare: è morto praticamente sul colpo.

Morto Simone Longu, atleta sardo

Una via spezzata da un incidente mortale, uno scontro che si è rivelato fatale, un talento distrutto dal destino. Questo è ciò che è successo al runner Simone Longu.

Aveva solo 35 anni l’atleta – ne avrebbe compiuti 36 a novembre – ed era sardo di origine. In tutta la Regione era conosciutissimo per il suo talento da runner, passione che continuava a coltivare correndo con la Asd Cagliari atletica leggera. Contemporaneamente Simone lavorava in una ditta specializzata nel packaging di alimenti.

Per la sua famiglia il destino è stato davvero crudele: basti pensare che solo pochi mesi fa il padre di Simone era morto in seguito ad una lunga malattia.

Simone Longu
Simone Longu – Lettoquotidiano.it

Ma cos’è accaduto esattamente martedì al giovane atleta?

La dinamica dei fatti

La dinamica dell’incidente che ha coinvolto Simone Longu dovrebbe essere più o meno questa: Simone era a bordo di uno scooter e, mentre stava percorrendo la rampa che da viale Marconi porta sull’asse mediano a Cagliari, è stato letteralmente travolto da una Ford Fiesta.

L’auto si stava immettendo sulla corsia e pare che abbia colpito lateralmente il motorino su cui viaggiava Longu, che ha così perso l’equilibrio ed è finito contro il gardrail. L’atleta è morto praticamente sul colpo.

La polizia municipale comunque sta cercando di capire se ci possa essere qualche testimone oculare dell’incidente, per poter aggiungere qualche tassello in più a questo tristissimo puzzle.

Non è chiaro neanche perché l’uomo a bordo dell’auto abbia colpito Simone. Andava troppo veloce? Non lo aveva visto passare? Era distratto? Quello che è certo è che è risultato negativo all’alcol test, quindi questa ipotesi è da escludere.

Il direttore tecnico dell’Asd Cagliari atletica leggera, Andrea Culeddu, ha ricordato il giovane così: “Simone era con noi anche ieri. Un ragazzo d’oro, sempre disponibile. (…) Era appassionato, tantissimo, della corsa, sempre in prima linea nell’organizzazione di gare e competizioni. Perdiamo un amico, un fratello. Siamo tutti sconvolti”.