Brescia: giallo a Cologne, cadavere carbonizzato trovato in un bagagliaio

Spaventoso giallo a Cologne, in provincia di Brescia, dove è stato trovato un cadavere carbonizzato nel bagagliaio di una vettura.

Il luogo del ritrovamento
Il luogo del ritrovamento – LettoQuotidiano.it

Si indaga per capire i dettagli di questo macabro ritrovamento, in cui la vittima è un uomo.

Cadavere carbonizzato a Cologne

I Carabinieri avevano rinvenuto un’auto incendiata a Cologne, i provincia di Brescia, ma quello che sembrava solo un rogo si è trasformato in un caso di omicidio.

Infatti nel bagagliaio dell’auto è stato ritrovato il cadavere carbonizzato di una persona, a quanto pare un uomo.

La macabra scoperta è avvenuta nel pomeriggio e l’operazione ha visto il coinvolgimento della Polizia locale e dei Vigili del Fuoco, necessari poiché la vettura stava ancora bruciando quando è stata segnalata alle forze dell’ordine e ai pompieri.

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco – LettoQuotidiano.it

Dopo aver mezzo in sicurezza l’are ed estinto le fiamme, il macabro ritrovamento. La vettura era stata data alle fiamme nelle campagne della Franciacorta, tra i vigneti della zona in cui si produce il prestigioso vino.

Dopo aver spento il rogo è stato appunto ritrovato il cadavere, che non sembrerebbe essere legato e quindi i Carabinieri stanno indagando su cosa possa essere accaduto.

Secondo le prime ipotesi, sembra essere un chiaro tentativo di occultare un cadavere facendolo letteralmente scomparire. Gli agenti pensano a un’esecuzione dopo uno sgarbo ma ovviamente non c’è ancora nulla di certo.

Le indagini

Dal momento che la vittima è praticamente impossibile da identificare, gli agenti si stanno focalizzando sulla vettura poiché è l’unico elemento riconoscibile.

Gli inquirenti spiegano che si tratta di una Range Rover ed è intestata a una donna di 34 anni dell’est Europa, precisamente di origine slava.

La donna, residente a Rovato, vicino al luogo del ritrovamento, verrà rintracciata e ascoltata quanto prima per rilasciare la sua versione dei fatti aiutando così a delineare i dettagli di questa tragedia.

Fra le altre cose, non si esclude che l’omicidio possa essere avvenuto per motivi inerenti lo spaccio di droga, vengono comunque presi in considerazione anche altri moventi.

Episodi analoghi

La zona di Cologne è la medesima in cui si sono consumati diversi omicidi nel passato, ad esempio proprio nell’area dei vigneti Franciacorta, a gennaio 2019 venne trovato il cadavere parzialmente brucato di una donna.

La vittima era Stefania Crotti e l’omicidio aveva un movente passionale.

Ancora prima, nel 2016, una coppia di fidanzati accoltellò un pusher marocchino per via di un debito.