Milano: 16enne denuncia stupro in piazza Castello

Una ragazza di 16 anni ha denunciato una violenza sessuale avvenuta oggi all’alba a piazza Castello.

Carabinieri
Carabinieri – LettoQuotidiano.it

La presunta violenza è stata denunciata dal momento che la ragazza si è svegliata con i pantaloni abbassati.

La dinamica

Una ragazza di 16 anni è rimasta vittima dell’ennesimo stupro, almeno questo è quello che ha raccontato ai Carabinieri in lacrime denunciando lo stupro.

I suoi ricordi sono annebbiati e non ha potuto riferire molti dettagli, tuttavia ad allarmarla sono state le condizioni in cui si è svegliata.

Quando ha aperto gli occhi infatti, la 16enne, di cui ancora non è stata resa nota l’identità, ha notato i pantaloni abbassati.

Si trovava a terra e aveva dolori ovunque, che ha riferito anche agli agenti che l’hanno soccorsa e che subito l’hanno portata all’ospedale Mangiagalli per ulteriori accertamenti.

Purtroppo non ricorda nulla e l’unica cosa che ha fatto è stata appunto avvisare le forze dell’ordine che poi hanno chiamato l’ambulanza per capire le condizioni fisiche reali della ragazza, apparsa fin da subito molto agitata.

La 16enne italiana è stata vittima di una presunta violenza sessuale e sembra sia stata stuprata in strada.

Le indagini e la ricostruzione

L’allarme è scattato poco dopo le 7 della mattina di oggi, quando lei stessa si è rivolta ai Carabinieri.

Dopo essersi calmata dallo shock iniziale, ha cominciato a raccontare quel poco che ricordava, ossia di essere uscita domenica sera e aver trascorso la serata in centro.

Agli agenti, ha poi riferito di non ricordare nulla oltre a questo, infatti i suoi ricordi sono molto confusi e poco chiari. Quello che ricorda bene invece, è che ad averla violentata è stato un solo uomo.

In merito a questo dettaglio, sembra ricordare di aver conosciuto un ragazzo ma poi non ha saputo fornire altri dettagli in merito.

I poliziotti l’hanno trovata impaurita e scioccata, all’angolo tra piazza Castello e via Minghetti.

L’hanno soccorsa e accompagnata alla clinica Mangiagalli dove ora i medici stanno eseguendo diversi accertamenti.

Clinica Mangiagalli
Clinica Mangiagalli – LettoQuotidiano.it

Gli investigatori sono a lavoro per indagare su ciò che ha raccontato la 16enne e sebbene i dettagli siano pochi, è importante far luce sull’accaduto e a tal proposito, si cercano eventuali telecamere di sorveglianza della zona che possano aver ripreso elementi utili.

Si cerca dunque di ricostruire la serata della ragazza e cercare riscontri alla sua versione, quindi di riempire i buchi del racconto.

Dopo che la ragazza si sarà ripresa e i medici la dimetteranno, verrà nuovamente ascoltata dai Carabinieri di zona.

Il primo passo sarà capire dove sia avvenuta la presunta violenza e in tal caso, come poi la giovane sia arrivata nel luogo del ritrovamento.