Caro bollette, sgravi e rate: le proposte del governo

Il caro bollette sta mettendo in ginocchio imprese e privati. Il governo sta lavorando su sgravi e rate per rendere la situazione più sopportabile.

Caro bollette
Caro Bollette – LettoQuotidiano.it

Una situazione che è già pesante e che rischia di diventare insostenibile per tutti durante l’inverno. Il governo attuale sta lavorando per trovare una soluzione che possa alleggerire gli italiani. I politici stanno cercando di capire quali sarebbero le manovre più costruttive da portare avanti.

Caro bollette, situazione insostenibile

Il caro bollette sta pressando aziende e privati che sono già in seria difficoltà. Le previsioni per l’autunno e l’inverno sono catastrofiche data la situazione del gas causata dal conflitto in Ucraina.

Le aziende non riescono a sostenere i rincari e alcuni settori sono già in ginocchio. I privati e le famiglie non sanno più dove effettuare tagli e la situazione sta diventando per molti drammatica.

Draghi e il Ministro dell’Economia hanno però precisato, in queste ultime ore, che prima è necessario trovare i fondi. Successivamente si escogiteranno le migliori manovre possibili per fare fronte al caro bollette.

Nel mentre però i politici hanno già immaginato quali potrebbero essere le mosse vincenti per contrastare il caro energia. Di seguito le possibili manovre che potrebbero essere state dal governo.

Sgravi e rate

La prima mossa contro il caro bollette e il caro energia è la proroga del taglio delle accise sul carburante. Che confermerebbe il taglio di 30,5 centesimi al litro sul prezzo di gasolio e benzina.

Si sta ragionando anche sul rafforzamento del credito di imposta sui costi maggiori delle bollette che ora è al 25% e che scenderebbe al 15%.

Per le imprese si pensa a prezzi calmierati per le forniture  ma, anche, ad una copertura finanziaria. Un aiuto che possa dare un respiro concreto.

Per i privati invece si sta ragionando sulla rateizzazione delle bollette che era prevista per tutti fino ad un massimo di 10 rate ma la scadenza era al primo trimestre 2022. I privati potrebbero inoltre poter accedere ad un bonus sociale più alto e con limite isee di 12,000 euro.

Costi proibitivi energia
Rincari energia – LettoQuotidiano.it

Nel frattempo però, come anticipato prima, si sta cercando di reperire il denaro per effettuare le manovre più idonee al caro bollette. La priorità del governo è farlo  senza indebitarsi ulteriormente come stato.

Un momento davvero difficile non soltanto in Italia ma a livello globale. Gli Stati cercano di correre ai ripari prima dell’inverno che si preannuncia comunque difficile. I razionamenti e i piani di austerity stanno prendendo forma in tutta Europa.