Glicemia alta, controlla la bocca: è proprio questo il primo segnale d’allarme | Sbrigati

Il diabete può portare sintomi alla bocca che non sospetteresti oltre che potere danneggiare l’intero corpo, manifestando diversi disturbi e malattie dentali.

Glicemia Alta cavo orale
Glicemia Alta, cavo orale – LettoQuotidiano.it

Controllando la bocca ci si può allertare sull’insorgere della glicemia alta. Infatti, un caso su cinque di perdita dei denti è correlato al diabete.

Glicemia alta, controlla la bocca

Per la maggior parte delle persone affette da diabete, l’iperglicemia provoca livelli di zucchero nel sangue al di sopra dei seguenti valori target:

Superiore a 130 mg/dl a stomaco vuoto o prima dei pasti.
Superiore a 180 mg/dl, due ore dopo un pasto.

La glicemia alta o iperglicemia si verifica quando la quantità di insulina nel sangue è insufficiente o inefficace. Poiché il glucosio non può entrare nelle cellule a causa della mancanza di insulina, si accumula nel sangue e aumenta i livelli di zucchero nel sangue.

L’iperglicemia cronica, anche bassa, può portare a complicazioni a lungo termine quali ictus, cecità o insufficienza renale.

Donna mostra dolore alla bocca
Donna mostra dolore alla bocca -LettoQuotidiano.it

L’insorgenza dell’iperglicemia è generalmente asintomatica. È quindi necessario controllare regolarmente la glicemia.
I sintomi dell’iperglicemia includono affaticamento, sete, secchezza della bocca, minzione abbondante, nonché la visione offuscata e un’improvvisa perdita di peso.

Alcuni indicatori all’interno della bocca, sono in grado di mostrare la presenza o meno di un alto livello di zucchero nel sangue.

Proprio per questo è di fondamentale importanza essere capaci di identificare ogni segnale d’allarme proveniente dal nostro corpo, in modo da non peggiorare la situazione della nostra salute nel tempo.

Conoscere i sintomi per prevenire la glicemia alta

Il nostro comportamento e alcuni atteggiamenti, come la possibilità di soffrire di iperglicemia cronica anche bassa, sono modificabili.

Per controllare questa patologia insidiosa, seguire una giusta alimentazione e mantenersi in forma, aiuta, cosi come lo è riconoscere alcuni segnali che invia il nostro corpo.

Uno di questo è appunto avere spesso la bocca secca o avere una  lingua più spessa o gialla.
Inoltre se la vostra bocca emana un odore fruttato potrebbe essere il sintomo di una chetoacidosi diabetica.

Anche malattie di carattere paradontale o disfunzioni delle ghiandole salivari o una infezione fungina sono sintomi che ci devono portare ad indagare ulteriormente e farci parlare con il nostro medico.

In questo caso per avere sotto controllo e alleviare i disturbi sopracitati, potrebbe portare un qualche sollievo bere a piccoli sorsi dell’acqua o succhiare cubetti di ghiaccio.
Ovviamente è bene limitare l’assunzione di sale e zucchero ed evitare di assumere alcol, caffeina e il tabacco.

Per questo è consigliabile rivolgersi al proprio medico, non è insolito che si possa soffrire di diabete di tipo 2 da diverso tempo senza saperlo.