Condizionatori con o senza motore esterno, cosa conviene? Pochi conoscono la differenza

Ecco qual è la differenza tra i condizionatori con e senza motore esterno e quali sono quelli che ti conviene comprare.

Condizionatore unita esterne
Condizionatore – Lettoquotidiano.it

Continuate a leggere per scoprire quali sono gli elettrodomestici che più fanno al caso tuo nel periodo estivo.

Come funzionano i condizionatori senza motore esterno

Non tutti lo sanno, ma esistono numerosi elettrodomestici di tipo condizionatore che funzionano senza il bisogno di possedere un motore esterno.

Si tratta di sistemi per la refrigerazione ottimi per salvaguardare l’estetica della propria abitazione.

Non tutti sanno che esistono questi tipi di elettrodomestici, che sono perfetti quando non si vuole rovinare la bellezza della propria facciata.

Con questo metodo riuscirete ad avere soltanto due fori esterni alla vostra casa e non avrete bisogno di chiamare un tecnico che peggiori l’estetica della vostra facciata.

Esistono varie tecnologie made in Italy che possono fare al caso vostro: alcune di queste funzionano con gas a basso GWP e sono rigenerate.

Aria fredda
Aria fredda – LettoQuotidiano.it

Sono tecnologie sostenibili per l’ambiente e funzionano in modo molto efficiente: la loro classe è pari a quella A+.

Inoltre, questo condizionatore è ottimo quando non si vogliono condizionare più di tanto anche gli spazi interni dell’abitazione, perché il suo design non è invadente, anzi si adatta allo stile delle case italiane.

Addirittura i più recenti sono dotati di una connessione Wi-Fi, che permette la gestione a remoto per mezzo un’apposita applicazione per smartphone compatibile sia con iOS che con Android.

Qual è quello che fa al caso nostro

Quando inizia il caldo e si profila il bel tempo all’orizzonte, è quando si comincia a far parlare di aria condizionata, vera protagonista dell’estate. Nonostante ci siano diversi trucchi per rinfrescarsi in modo naturale, i condizionatori d’aria sono ancora i più ricercati. Ecco come capire qual è quella che fa al caso nostro.

In primo luogo bisogna distinguere tra le pompe di calore, cioè dispositivi che possono essere utilizzati sia per il raffrescamento che per il riscaldamento, e quelli che sono solo in grado di raffreddare l’ambiente in cui sono installati.

In generale, l’installazione di una pompa di calore dovrebbe essere evitata dove gli inverni sono molto freddi. Inoltre si consiglia di scegliere la pompa di calore quando il locale da climatizzare è sufficientemente piccolo (non più di 50 mq).

Aria condizionata
Aria condizionata – LettoQuotidiano.it

Valutare anche le classi di efficienza energetica a freddo, che indicano il consumo energetico del dispositivo e sono indicati sull’etichetta energetica, resa obbligatoria per legge dal 2004.

Più certificazioni ottiene il dispositivo, maggiore è il suo costo, che garantisce efficienza e risparmio energetico. Per quanto riguarda la capacità di raffreddamento, essa si esprime in Frigories o kW. Più alto è il valore, più potente è il condizionatore d’aria.

E voi conoscevate queste differenze? Fatecelo sapere!

Condizionatori
Condizionatori – LettoQuotidiano.it