Vezzali entra in Forza Italia: “Mi candido alle prossime elezioni”

Valentina Vezzali, campionessa olimpica e sottosegretaria con delega allo Sport del governo Draghi, torna a scendere in politica. Dopo l’esperienza di nove anni fa con Lista civica di Mario Monti, l’ex schermitrice annuncia la sua entrata in Forza Italia, con cui si candiderà alle prossime elezioni del 25 settembre

Vezzali
Valentina Vezzali, sottosegretaria allo Sport del governo Draghi e ora esponente di Forza Italia – lettoquotidiano.it

Lo sport unisce e non divide”, ha detto la politica di Jesi spiegando la scelta di concorrere alle politiche con il partito di Silvio Berlusconi. “Lavoreremo insieme per rilanciare lo sport dilettantistico”, hanno risposto i forzisti

Vezzali: “Mi candido con Forza Italia alle prossime elezioni”

Mentre personaggi illustri come Mariastella Gelmini, Renato Brunetta, Mara Carfagna, Andrea Cangini, Giusy Versace, Annalisa Baroni e Rossella Sessa lasciano Forza Italia, c’è chi, come Valentina Vezzali, fa una scelta in controtendenza.

L’ex schermitrice di Jesi, vincitrice di sei ori olimpici, oltre a un argento e due bronzi, ora sottosegretaria alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport del governo presieduto dall’ex presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha annunciato che si candiderà alle prossime elezioni politiche del 25 settembre nelle liste del partito di Silvio Berlusconi.

Barelli e Vezzali
Paolo Barelli, presidente Federnuoto e capogruppo alla Camera di Forza Italia, e Valentina Vezzali – lettoquotidiano.it

Ma questa non è la prima volta che Vezzali decide di scendere in campo in prima persona. Già nel 2013, la campionessa olimpionica si era candidata alla Camera dei deputati tra le fila di Scelta Civica per l’Italia, il partito di Mario Monti, riuscendo a essere eletta nella circoscrizione delle Marche.

Ora una nuova avventura, che la sottosegretaria ha spiegato così: “Lo sport unisce e non divide. Forza Italia si è sempre impegnata, con generosità, per affrontare questo difficile momento, segnato prima dalla pandemia e dopo dalla guerra in Ucraina”.

Quanto, poi, ai forzisti, Vezzali ha riconosciuto che il partito “con responsabilità, ha partecipato alla costruzione di un esecutivo di emergenza nazionale e adesso lavora per essere il pilastro moderato di un governo politico forte, in grado di rispondere ai bisogni di famiglie e imprese, messe a dura prova”.

Ma al di là di questo, la più volte campionessa del mondo ha scelto di candidarsi alle prossime elezioni a fianco al Cavaliere perché in Forza Italia “sa dare spazio alle donne e ai giovani”, oltre a “declinare i principi del liberismo, dell’europeismo e dell’atlantismo”, ha continuato ancora. Lei, dalla sua, ci metterà l’esperienza di sportiva, ma anche di politica, di madre, e di donna.

Vezzali candidata con Forza Italia, le reazioni nel partito di Berlusconi

Come nei tanti successi che hanno contraddistinto la sua carriera da fiorettista a cinque cerchi (e non solo), la scelta di Vezzali è stata salutata con molta gioia dai suoi nuovi compagni di partito.

Nell’annuncio, Forza Italia è stata ben lieta di aver accolto tra le sue fila “l’atleta italiana più medagliata, con sei ori olimpici e 16 ori mondiali che gioca in prima persona la partita per il rilancio del Paese” e che, hanno detto ancora, ha scelto lo schieramento forzista perché era quello che “meglio interpreta i valori propri dello sport: lealtà, linearità, determinazione e passione”.

Oltre alle reazioni (ufficiali) a nome di tutto il partito, hanno salutato con estremo favore l’arrivo della schermitrice anche altri esponenti di Forza Italia. Su Twitter, Antonio Tajani, ex presidente del Parlamento europeo e coordinatore nazionale di FI, dopo aver dato il benvenuto a Vezzali, ha detto che si lavorerà insieme “per sostenere lo sport dilettantistico che svolge un fondamentale ruolo sociale”.

Messaggio molto simile a quello lanciato dalla capogruppo al Senato di Forza Italia, Anna Maria Bernini. “Benvenuta a Valentina Vezzali nella grande famiglia di Forza Italia. Insieme porteremo avanti i valori dello sport, della sana e leale competizione e soprattutto quello spirito di squadra che fa la differenza ed è vincente“.

Licia Ronzulli, vicepresidente del partito sempre al Senato (per intenderci: quella contro cui la ministra Gelmini aveva puntato il dito contro in occasione della fiducia non votata al governo Draghi), ha scritto sui suoi social che l’esperienza della jesina sarà fondamentale, ma soprattutto ha applaudito la scelta di schierarsi accanto a Forza Italia a differenza di quelli che “vivono con la logorante passione per la poltrona”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Licia Ronzulli (@liciaronzulli)