Piante, innaffiale ma con l’acqua del condizionatore: provaci e non smetterai più

Piante: innaffiale con l’acqua demineralizzata del condizionatore e scopri quali sono i benefici. Provaci e non smetterai più.

Acqua del condizionatore
Acqua del condizionatore – Lettoquotidiano.it

Quali sono i benefici nell’innaffiare le piante con l’acqua del condizionatore? Provaci e non smetterai più di farlo. L’acqua demineralizzata è una soluzione priva di componenti saline e calcaree. Grazie alla sua composizione chimica, l’acqua demineralizzata costituisce l’ingrediente principe di cosmetici, saponi e medicinali.

piante acqua condizionatore
annaffiare piante acqua condizionatore – Lettoquotidiano.it

L’acqua del condizionatore è il risultato della condensa che si viene a creare sugli apparati che si riscaldano o si raffreddano all’interno dell’elettrodomestico stesso. L’acqua demineralizzata si ottiene mediante il processo di osmosi inversa o iper-filtrazione.

Si tratta di un processo in cui si forza il transito delle molecole di solvente dalla soluzione più concentrata a quella meno concentrata applicando una pressione maggiore della pressione osmotica alla soluzione più concentrata. Il processo di osmosi inversa viene realizzato con una membrana che trattiene il soluto da una parte e consente di ricavare il solvente puro dall’altra parte.

Acqua del condizionatore: condensazione

L’acqua ricavata dal condizionatore non può essere definita come acqua distillata, ma acqua demineralizzata. L’acqua demineralizzata prodotta dal condizionatore è acqua da cui viene stata estratta la componente salina.

Quest’acqua si produce per distillazione: si fa bollire l’acqua e raccoglie successivamente la condensa. I condizionatori dispongono di un “condensatore”: si tratta di una sorta di radiatore nel quale è presente un liquido.

Acqua del condizionatore: quali sono i suoi utilizzi?

L’acqua demineralizzata del condizionatore può essere impiegata per il ferro da stiro e per rimboccare l’acqua del radiatore, per lavare la macchina e per riempire la vaschetta dei tergicristalli.

Inoltre, l’acqua demineralizzata del condizionatore può essere utilizzata per lavare i capelli: essendo priva di calcare questo tipo di acqua non causa alcun danno alle fibre proteiche dei capelli.

L’acqua demineralizzata del condizionatore può essere utilizzata per realizzare un sapone per il bucato: basta aggiungere in una bacinella un litro di acqua e mescolare tre cucchiai di sapone di marsiglia.

Acqua demineralizzata del condizionatore: utilizzala per annaffiare le piante

L’acqua demineralizzata del condizionatore può essere utilizzata per annaffiare le piante, in particolare quelle acidofile, in particolare la camelia, i rododendri, l’azalea e le ortensie. Dopo aver innaffiato la pianta con l’acqua del condizionatore aggiungi del fertilizzante e apporta i sali minerali che sono effettivamente utili per la pianta.

Essendo priva di calcare, l’acqua del condizionatore è un toccasana per la crescita della pianta. L’utilizzo dell’acqua calcarea potrebbe arrecare dei danni irreversibili alle piante: la presenza di sali minerali, tra cui calcio e magnesio, può interagire con il ferro presente nel terreno e la pianta non riesce a svolgere la fotosintesi clorofilliana.

annaffiare piante
annaffiare piante acqua condizionatore – Lettoquotidiano.it