Ondata di caldo: allarme incendi e raccolti a rischio

Ondata di caldo: le temperature record che stanno bruciando l’Italia non accennano a diminuire. Il caldo continua a mettere in ginocchio i raccolti e il rischio e allarme incendi rimane altissimo.

Ondata di caldo anomalo
Ondata di caldo a Roma – LettoQuotidiano.it

L’Italia dovrà fare i conti con questa ondata di caldo anomala anche nei prossimi giorni. Le previsioni degli esperti parlano chiaro. Massima preoccupazione per il rischio ancora elevatissimo di incendi. Ma si studiano soluzioni anche per i numerosissimi raccolti a rischio.

Ondata di caldo: massima allerta

Ondata di caldo record che sta mettendo in ginocchio il nostro paese. Le temperature record di questi giorni resteranno invariate anche nei prossimi giorni.

Un’estate con temperature che superano i 40 gradi. L’esito di questa ondata anomala di caldo è un elevato allarme incendi in tutta Italia ma non solo.

La siccità per la mancanza di pioggia invernale e il caldo incessante stanno davvero mettendo a rischio l’agricoltura. La Coldiretti ha chiesto un intervento concreto perché i raccolti che rischiano di saltare sono una percentuale davvero altissima.

Il cambiamento climatico sta portando le istituzioni e la popolazione ad una visione differente per il futuro. Ma intanto l’allarme attuale in Italia è elevatissimo.

Raccolti a rischio e allarme incendi elevato

L’ondata di caldo che sta attraversando l’Italia non facilita di certo l’allarme incendi. Svariate regioni sono in continuo stato di allerta. I roghi stanno continuando a divampare distruggndo migliaia di ettari di territorio.

Nelle ultime ore è scoppiato un rogo in Maremma aggressivo che ha costretto all’evacuazione l’intero paese di Cinigiano. Ma nuovo roghi hanno bruciato la pineta a Ravenna e anche il Molise dove sono state interrotte alcune strade.

L’agricoltura grida aiuto e la Coldiretti assieme all‘Associazione nazionale bonifiche corrono ai ripari. Stanno impostando un progetto che prevede il 50% in poi di raccolta dell’acqua piovana.

Raccolto grano bruciato
Grano bruciato – LettoQuotidiano.it

Il progetto elaborato prevede anche la realizzazione di laghetti che riescano ad ampliare la raccolta piovana. Si cerca di correre ai ripari il più possibile. La vendemmia in alcune zone è stata anticipata di ben due mesi per evitare che il racconto non fosse più utilizzabile.

Una situazione davvero complicata che tocca vari ambiti. L’ondata di caldo continuerà ma è prevista nella giornata del 26 Luglio una perturbazione che potrebbe portare violenti temporali nel nord Italia.

La protezione civile raccomanda alla popolazione di non esporsi al caldo nelle ore clou e massima idratazione. Purtroppo nei giorni scorsi si sono registrati molti malori causati dal caldo eccessivo. Una raccomandazione viene fatta anche per gli animali domestici che troppo spesso pagano le conseguenze di padroni non attenti alle loro condizioni.