“Mi hanno fregato alla grande”, occhio alla pasta: questa ha solo 400 grammi | Non cascarci

“Mi hanno fregato alla grande”, occhio alla pasta alimentare: c’è un brand alimentare che ha solo 400 grammi. Non cascarci.

pacco 400 grammi pasta
pacco di 400 grammi di pasta – lettoquotidiano.it

Inflazione e continui rincari dei prezzi dei beni alimentari sono oramai protagonisti della vita economica e sociale quotidiana. Incremento vertiginoso delle materie prime, il conflitto tra Russia ed Ucraina, la siccità e le tensioni geopolitiche sono le principali cause del crollo del 30% dei raccolti di grano.

La riduzione dei raccolti ha fatto schizzare alle stelle i prezzi del cereale e, di conseguenza, della regina della cucina Mediterranea: la pasta. Molte aziende produttrici di pasta alimentare sono corse ai “ripari” mettendo in atto una strategia “furbetta” mutuata dal mondo del marketing.

Diversi brand alimentari hanno iniziato a produrre pacchi di pasta da 400 grammi in sostituzione di quelli da mezzo chilo ed il prezzo del prodotto è rimasto inalterato.

Rincari prezzo grano: la guerra della speculazione

Oltre al fattore meteorologico, alla siccità ed alla crisi tra Russia ed Ucraina c’è un altro fattore che è alla base dei continui rincari del prezzo del grano: stiamo parlando della speculazione internazionale.

Si tratta di un’operazione commerciale che manipola i prezzi delle materie prime per assicurarsi ingenti guadagni nelle borse che compravendono commodities alimentari.

Gli speculatori puntano a realizzare prodotti elevati e, di conseguenza, per le famiglie ciò si trasforma in un vero e proprio incubo. Oltre a tenere elevati i prezzi della pasta, queste mosse speculative contribuiscono ad acuire la carestia globale.

Occhio alla pasta che acquistiamo al supermercato: ti hanno venduto un pacco da 400 grammi

Piuttosto che incrementare il prezzo del prodotto alimentare, molti brand stanno mettendo in atto una strategia “furbetta” degli anni ‘60/’70: modificare il packaging dei beni alimentari.

Pasta
Pasta – Lettoquotidiano.it

Di quale strategia commerciale “furbetta” stiamo parlando? Si chiama shrinkflation: si tratta di una tecnica di marketing a cui le grandi aziende ricorrono per incrementare i margini di profitto. Chi adotta questa strategia commerciale il prezzo da acquistare rimane lo stesso, mentre viene ridotta la dimensione dell’imballaggio del prodotto alimentare.

Oltre alla riduzione del quantitativo di pasta si associa un rinnovamento del brand e una nuova confezione. Ridurre la grammatura della pasta alimentare è una pratica legittima, ma è bene non indurre in inganno il consumatore relativamente al prezzo effettivamente praticato.

Su Reddit i consumatori finali hanno segnalato il brand Barilla: sono stati acquistati due pacchi di rigatoni che hanno grammature differenti. Un pacco è di 410 grammi, mentre l’altro è di 454 grammi.

pasta alimentare
pasta alimentare 400 grammi – Lettoquotidiano.it