Lavatrice, i panni vanno sempre inseriti così: risparmi tantissimo | Non lo fa mai nessuno

Ecco in che modo dovreste sempre inserire i capi all’interno della vostra lavatrice. Questa è una soluzione che solo in pochi usano.

Panni in lavatrice
Panni in lavatrice – Lettoquotidiano.it

Continuate a leggere per saperne di più sulla lavatrice e per scoprire in che modo dovreste inserire i capi al suo interno.

Lavatrice
Lavatrice – lettoquotidiano.it

L’innovativa invenzione della lavatrice

Semplice come premere un pulsante. Le lavatrici hanno aiutato a liberare le famiglie dal pesante fardello di pulire i vestiti a mano. Sebbene sia una macchina apparentemente moderna, ha una storia di oltre due secoli. Se i primi erano in legno e necessitava di una persona che li spostasse azionando una manovella, i secondi hanno programmi per trattare diversi tipi di tessuti.

Le lavatrici sono apparse all’inizio del XIX secolo. Uno dei primi modelli fu quello brevettato da James King, inventore statunitense, nel 1851. Aveva un cestello per lavare i panni. L’acqua e il sapone venivano introdotti attraverso di esso e gli indumenti venivano puliti per effetto dell’agitazione con la miscela.

Lavare i vestiti
Lavare i vestiti – lettoquotidiano.it

Non è stato fino al 20° secolo che è arrivata la lavatrice elettrica. Fu inventato da Alva J. Fisher e la Hurley Machine Company di Chicago (Stati Uniti) iniziò a commercializzarlo nel 1908.

Un’altra azienda che iniziò a produrli fu la Upton Machine Company, antesignana di Whirlpool. Fondata nel 1911 da Louis Upton, Emory Upton e Lowell Brasfor nella città di Benton Harbor, Michigan (Stati Uniti), l’azienda brevettò nel 1938 il primo modello che mescolava acqua e vestiti con un motore.

Ma come si inseriscono i capi in lavatrice?

Ecco come inserire i capi

Non tutti lo sanno, ma, prima di azionare la lavatrice, i vestiti vanno inseriti in un certo modo. In particolare, il cestello deve essere pieno!

In tanti credono che per pulire efficacemente i vestiti, questi vadano inseriti fino a un certo punto. In realtà, il criterio è giusto, ma la regola è non superare mai il limite.

Per il resto, è assolutamente consigliato raggruppare più capi possibile per effettuare il lavaggio una volta sola. Il pieno carico, infatti, ci consente di risparmiare moltissima luce e di conseguenza una montagna di soldi in bolletta.

Consigli di lavaggio
Consigli di lavaggio – lettoquotidiano.it

Non dovete mai far girare il cestello mezzo vuoto, ma neppure in sovraccarico, perché in questo modo potreste tirare fuori i vostri vestiti ancora sporchi e maleodoranti.

Riempite a metà il cestello soltanto se i tessuti sono misti, se ad esempio state lavando in una volta sola i tessuti sintetici/misti, la lana e i delicati, in modo da ridurre al minimo il rischio di sfregamento. Se, invece, i tessuti sono simili tra loro, non avete nessuna ragione per la quale non dovreste lavare tutti i capi in un solo lavaggio.

E voi utilizzavate già questo metodo per risparmiare la luce? Fatecelo sapere!