Quagliano, imprenditrice si ribella al pizzo: un arresto

Quagliano, giovane imprenditrice si ribella al pizzo e fa arrestare l’uomo che la ricattava.

Carabinieri di Napoli
Carabinieri di Napoli – LettoQuotidiano.it

Nel popoloso comune di Qualiano, alle porte di Napoli, un’attività ha ricevuto la richiesta del pagamento del pizzo da parte di un clan. La padrona del negozio ha però deciso di denunciare l’accaduto. Il malvivente è stato arrestato.

Quagliano, imprenditrice si ribella al pizzo

Quagliano, imprenditrice si ribella al pizzo e denuncia. I fatti risalgono a qualche giorno fa ma sono emersi soltanto ora.

Una giovane commerciante ha deciso di investire i suoi totali risparmi nella ristrutturazione della sua pasticceria. Il suo intento è quello di innovare e rilanciare il negozio.

Negli scorsi giorni, durante i lavori di sistemazione, ha ricevuto una visita inaspettata. Un uomo si è presentato ed ha chiestomille euro per gli amici di Quagliano‘. Una richiesta di pizzo bella e buona.

L’imprenditrice di Quagliano si ribella e nonostante la paura ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. Un gesto davvero coraggioso di una 31enne che non si è piegata al ricatto.

Vuole fare rinascere la sua attività nel luogo dove è nata ma nella legalità più totale. Ha seguito le istruzioni delle forze dell’ordine e l’esito dell’operazione ha portato ad un arresto.

In arresto l’esponente del clan

Quagliano, imprenditrice si ribella e denuncia il suo estorsore. La giovane pasticcera ha seguito le istruzioni degli inquirenti durante l’incontro col clan.

Un uomo di 56 anni ha chiesto il pagamento del pizzo alla commerciante e le ha dato appuntamento per il giorno dopo. Il malvivente arrestato è un esponente del clan Di Rosa e a comunicarlo sono stati i militari.

I carabinieri hanno organizzato l’operazione con l’appoggio dell’imprenditrice. L’uomo si è presentato all’appuntamento per riscuotere il denaro la mattina successiva.

Ad aspettare però non c’era soltanto la ragazza ma anche i militari che lo hanno tratto in arresto. Una storia di coraggio che ha donato una seconda possibilità alla giovane imprenditore di Quagliano. Il coraggio di denunciare superando la paura e il mettersi in gioco senza omertà ha portato all’arresto del 56enne. Negli ultimi periodi di sono moltiplicate le manifestazioni della popolazione contro il pizzo.

Napoli manifestazione contro il pizzo
Manifestazione anti pizzo a Napoli – LettoQuotidiano.it

Nonostante i tempi siano cambiati la pratica del pizzo è una di quelle ancora più in voga. Non è raro imbattersi in notizie che riguardano ripercussioni sui negozianti da parte dei clan. L’unica soluzione per combattere questo fenomeno e contrastarlo è avere il coraggio di denunciare. Questa volta il lieto fine è arrivato grazie  all’imprenditrice che ha denunciato il malvivente che pretendeva il pizzo.