Roma: un farmacista molesta una giovane ragazza

L’anziano farmacista, di una farmacia di Montespaccato, in provincia di Roma, molestò una 18 enne.

Carabinieri
Carabinieri – Lettoquotidiano.it

Secondo quanto raccontato dalla giovane, la teneva ferma per baciarla e sollevarle il top.

Molestie a Roma

Il pm ha chiesto per l’uomo il rinvio a giudizio dopo la denuncia della giovane che ha vissuto davvero un’esperienza spiacevole.

Ci troviamo nella periferia di Roma, precisamente nel quartiere Montespaccato, dove l’uomo operava da molti anni come farmacista e tutti lo conoscono in zona.

Secondo quanto ricostruito, la ragazza si sarebbe recata nella farmacia dove lavorava e con una scusa, l’uomo l’ha attirata in uno stanzino sul retro dove avrebbe tentato di abusare di lei tenendola ferma mentre la baciava.

Il 79enne rischia un processo con l’accusa di violenza sessuale verso una ragazza molto giovane, che davvero potrebbe essere una nipote per lui.

Con una scusa l’ha attirata lontano da occhi indiscreti e ha tentato di baciarla ovunque mentre le alzava il top e le metteva le mani ovunque.

Dopo un po’ di tempo è riuscita a liberarsi e subito è corsa fuori dalla farmacia, dirigendosi verso casa e raccontando tutto a sua madre.

In seguito, i suoi familiari l’hanno accompagnata a denunciare il molestatore, che purtroppo con le sue azioni ha causato un forte disagio psicologico alla ragazza, la quale ha lasciato il lavoro ed è dovuta andare in terapia da uno psicologo.

I fatti

La notizia è stata riportata dal Messaggero in questi giorni perché se anche i fatti sono avvenuti nel 2021, è di queste ore la decisione del pubblico ministero di rinviare a giudizio l’uomo.

L’accaduto risale precisamente al 24 agosto e la giovane raccontò agli inquirenti di essere stata assunta dal farmacista quando ancora non aveva compiuto i 18 anni e il suo ruolo era quello di vendere creme e prodotti, sponsorizzandole all’interno dell’attività.

Insegna farmacia
Insegna farmacia – LettoQuotidiano.it

Già da subito, riferisce di commenti strani e decisamente inopportuni che venivano fatti dall’uomo, tuttavia non si è allarmata e pensava fosse solo un uomo dal carattere un po’ strano, magari anche dovuto all’età.

È scioccata quando parla con i Carabinieri perché davvero lo considerava come il nonno e lo conosceva da sempre. Compiuti i 18 anni poi la situazione è diventata più pesante fino al giorno in cui, con una scusa, la attirò in un luogo nascosto alla clientela.

A quel punto ha cominciato a toccarla e baciarla e anche se lei si rifiutava, ha insistito cercando anche il contatto fisico, fino a spogliarla quasi completamente del top.

Quando è riuscita a divincolarsi è fuggita a casa e l’uomo, accusato di violenza, ha negato le accuse e ora sarà il gip a decidere se affronterà un processo o no.