Villasimius: minaccia 4 ragazzi con un coltello e li rapina

A Villasimius un giovane cuoco incensurato ha rapinato, minacciandoli con un coltello, 4 giovani ragazzi.

Coltello da cucina
Coltello da cucina – LettoQuotidiano.it

Poco dopo, è stato rintracciato dai Carabinieri e ora è agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Rapina a Villasimius

La nota località turistica di Villasimius si macchia ancora di un episodio criminale, scaturito forse proprio dalla confusione generata dalle tante persone che, soprattutto in questo periodo affollano la città.

Fa parte dell’Area naturale marina protetta Capo Carbonara, il comune di Villasimius dove qualcuno ha pensato bene di rovinare la giornata a 4 giovani ragazzi.

Si tratta di un uomo che con un coltello e il volto coperto da una calzamaglia, ha minacciato il gruppetto e si è impadronito degli smartphone.

Anche il ragazzo che ha compiuto il reato è giovane, è infatti un 19enne che di mestiere fa il cuoco e anche se incensurato, è stato subito arrestato dai Carabinieri dopo che lo hanno rintracciato in seguito alla breve fuga.

Con un grosso coltello da cucina, il ragazzo ha minacciato 4 ragazzi cagliaritani fra i 16 e i 18 anni, facendosi consegnare i telefoni e i pochi soldi che avevano.

Dopodiché è scappato a bordo dell’auto che è stata segnalata dai ragazzi tramite una denuncia.

Sarà proprio questo dettaglio che consentirà alle forze dell’ordine di rintracciare il responsabile.

L’arresto

Il fatto è avvenuto la notte scorsa e il 19enne, che finora aveva la fedina penale immacolata, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di San Vito.

L’accusa è quella di rapina aggravata, che si è compiuta in via Mare Egeo, dove il ragazzo si è avvicinato con il volto coperto da un indumento semi trasparente.

In mano brandiva un grande coltello da cucina, probabilmente trafugato nella stessa dove ogni giorno lavorava dietro ai fornelli essendo un bravo cuoco.

Cucina
Cucina – Facebook.it

Impauriti, i ragazzi hanno acconsentito alle richieste del rapinatore consegnando i cellulari e i pochi soldi contanti che avevano.

Grazie alla denuncia effettuata alla centrale operativa, le pattuglie dei Carabinieri hanno subito rintracciato il 19enne che nel frattempo si era dato alla fuga, ma senza successo.

Gli agenti hanno battuto a tappeto il centro abitato di Villasimius fino a trovare la macchina utilizzata per recarsi sul luogo della rapina, quindi hanno poi individuato il responsabile.

Il ragazzo aveva ancora con sé la refurtiva e l’arma, un coltello lungo ben 24 centimetri.

A suo carico sono stati disposti gli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo previsto nelle prossime ore. Intanto si cercano eventuali testimoni o telecamere di sorveglianza della zona che possano aver ripreso il tutto.