Danni celebrali dopo sfida social: il tragico epilogo

Danni celebrali dopo sfida social: a causa di una sfida un 12enne è rimasto soffocato troppo a lungo. Il giudice chiede di staccare la spina.

Bambino in ospedale
Bambino in coma in ospedale-LettoQuotidiano

Quello che è accaduto è una tragedia impensabile. Un adolescente ha tentato di emulare una sfida lanciata sui social causando l’interruzione di ossigeno al cervello. Le conseguenze sono irreversibili e il giudice ha richiesto che venga staccata la spina.

Danni celebrali dopo sfida social

Un ragazzino di nome Archie B. ha subito dei gravi danni celebrali dopo una sfida social. La madre lo ha trovato privo di sensi con un laccio al collo.

La situazione è subito parsa grave ai sanitari che lo hanno soccorso. Gli investigatori hanno cercato di captare cosa abbia portato il bambino ad un gesto simile. Troppo casi di complicazioni e danni celebrali dopo sfide social.

Dopo le prime indagini è emerso che quasi sicuramente Archie ha tentato di emulare una moda online. Una sfida polare tra i ragazzini che sta spaventando gli adulti per la sua pericolosità. La Blackout challenge.

Si tratta di provocarsi uno svenimento e il rischio è davvero elevato. Il 12enne è rimasto troppo a lungo senza ossigeno al cervello. Questo ha causato danni celebrali irreversibili.

L’accaduto risale al 7 aprile nel Regno Unito e ora il giudice ha imposto che venga staccata la spina. La madre si è opposta e ha fatto un’ulteriore richiesta per evitare il tragico epilogo. La sentenza di questi giorni ha rigettato la richiesta della famiglia.

Il giudice conferma la tesi dei medici

I danni celebrali dopo la sfida social che ha effettuato Archie hanno portato a una situazione di morte celebrale. Non sono state rivelate attività celebrali ma anzi sono presenti molte aree di necrosi.

Questo, come riferito dai medici, equivale a dire che il tronco cerebrale è già inattivo. La madre ha chiesto di continuare le cure e di tentare ogni via possibile. Secondo il giudice però questo equivale ad accanimento terapeutico dati che non esistono speranze concrete.

Non è un fatto isolato quello capitato ad Archie. Questa sfida nel Regno Unito ha fatto 80 vittime. Tutti nel tentativo di emulare gli altri visti su tik tok.

Bambina terrorizzata social
Paura social adolescente -LettoQuotidiano

In Italia una bambina di Palermo ha perso la vita in questa maniera. Si è soffocata con una cintura. Le notizie dal mondo sono in aumento.

Poco più di una settimana fa una famiglia ha perso due figlie di 8 e 9 anni entrambe soffocate. Il rischio della morte è molto alto e questa sfida va fermata a tutti i costi.

Le autorità stanno cercando di andare a fondo alla questione per sradicare una moda che ha già fatto troppe vittime. Molte associazioni sono insorte anche contro i social che non vigilano abbastanza.