“Ti tolgono la pensione”, occhio: se non fai quest’operazione sei finito | Ti chiudono tutto

I pensionati che dimenticano o omettono una comunicazione importante al fisco rischiano di perdere la pensione.

Pensioni INPS 2022
Anziana afflitta, INPS – Lettoquotidiano.it

Per questa omissione si possono ricevere multe fino a 1.330 euro.

Pensionati italiani all’estero

In molti, pensionati in età pensionabile, stabiliscono di lasciare l’Italia per vivere all’estero, anche a causa delle retribuzioni che sono più alte di quelle italiane.

Senza considerare che il costo della vita è più basso e il clima migliore.

Questa condizione, di chi si trasferisce all’estero dopo aver lavorato in Italia, da origine a dei versamenti contributivi non solo dall’INPS.

Uomo maturo che guarda la pensione
Uomo maturo che guarda la pensione – LettoQuotidiano.it

Tuttavia si potrebbe incorrere in multe salatissime se non si riuscisse di unificare le due forme contributive, quelle maturate all’estero e quelle maturate in Italia.

Inoltre l’emigrazione all’estero implica la necessità di rispettare una serie di requisiti che sono ritenuti essenziali per l’applicazione dell’articolo 18 del Modello OCSE.

Talvolta dei pensionati italiani tralasciano un’importante comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Una svista del genere è considerata dall’Agenzia delle Entrate imperdonabile, tanto che si può andare incontro a delle multe salatissime che possono superare anche i 1.000 €uro.

Imposte e dichiarazioni

Moduli tasse italiane
Moduli tasse italiane – LettoQuotidiano.it
Nel caso in cui il pensionato percepisca non solo una pensione italiana, bensì anche una pensione straniera, è tenuto a effettuare una dichiarazione.
Tuttavia, ci sono anche alcune eccezioni:
  • pensioni di vecchiaia o di reversibilità pagate dall’assicurazione svizzera;
  • pensioni pubbliche a cittadini che hanno solo la cittadinanza dello Stato estero che le eroga;
  • le pensioni di invalidità estere che hanno la stessa natura delle pensioni INAIL.
Pertanto, la pensione estera deve essere dichiarata finché non esiste un accordo con lo Stato estero che la eroga.
Anche nel caso in cui esista una disposizione contro le doppie imposizioni che preveda la tassazione dell’importo in Italia. E questo non solo in Italia, ma anche all’estero.

Multe fino a 1.330 euro

Per questo motivo, ogni qualvolta un italiano è titolare di una pensione estera, è fondamentale che si informi in merito alla presentazione di tale dichiarazione. In quanto la sua omissione espone al pericolo di una forte sanzione pecuniaria.

Gli importi delle sanzioni vanno dal 160% al 320% delle imposte evase. Per quanto riguarda i redditi generati all’estero, le sanzioni sono maggiorate di un terzo rispetto a quelle previste per l’evasione dei redditi generati in Italia.

Pensionali all'estero, sanzioni
Pensionali all’estero, sanzioni – LettoQuotidiano.it

Ad ogni modo, la penalizzazione è prevista anche se non è dovuta nessuna imposta e va da un minimo di 330 euro a un massimo di circa 1.330 euro.

Anche in caso di mancata presentazione della dichiarazione dei redditi all’estero, è ad ogni modo possibile usufruire del “ravvedimento operoso”.

In più, se la dichiarazione dei redditi si presenta prima del termine previsto per la dichiarazione dell’anno successivo, la percentuale della sanzione è dimezzata. La somma minima è di 200 euro e la massima di 660 euro se non sono dovute imposte.